Review Party – Il canto della rivolta

Buongiorno amici lettori,

Come saprà chi ha letto i miei due post precendenti di questo review party, sono felicissima di comunicarvi che a breve uscirà il prequel di Hunger Games! Evviva! Adoro come scrive la Collins quindi non vedo davvero l’ora di leggerlo. Per prepararvi all’uscita e al Review Party di “Ballata dell’usignolo e del serpente” vi riproporremo le recensioni dei tre libri della trilogia di Hunger Games. dal 15 al 19.

Quindi in attesa dell’uscita vi parlo di:

 

Titolo: Il canto della rivolta

Autori: Suzanne Collins

Casa editrice: Mondadori

Data di uscita: 16 aprile 2012

Sinossi

Contro ogni previsione, Katniss Everdeen è sopravvissuta all’Arena degli Hunger Games. Due volte. Ora vive in una bella casa, nel Distretto 12, con sua madre e la sorella Prim. E sta per sposarsi. Sarà una cerimonia bellissima, e Katniss indosserà un abito meraviglioso. Sembra un sogno. Invece è un incubo. Katniss è in pericolo. E con lei tutti coloro a cui vuole bene. Tutti coloro che le sono vicini. Tutti gli abitanti del Distretto. Perché la sua ultima vittoria ha offeso le alte sfere, a Capitol City. E il presidente Snow ha giurato vendetta. Comincia la guerra. Quella vera. Al cui confronto l’Arena sembrerà una passeggiata.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Review

Il capitolo finale di questa avvincente saga si può dividere in due parti.

Nella prima parte abbiamo Katniss fuggita dall’arena dei 75°esimi Hunger Games e rifugiata nel distretto 13. Sopravvissuto all’attacco di 75 anni prima e che ha creato la sua città sotto la superficie visibile.

Kantiss è sconvolta. E’ stata tenuta all’oscuro dei piani di Haymitch. Peeta è stato lasciato indietro, nelle mani di Capitol, e il distretto 12 è stato bombardato per punirla.

Chiudere gli occhi non aiuta. Le fiamme bruciano più luminose nel buio.

Tutte le certezze di Katniss sono crollate, e la sua casa non c’è più.

Nella prima parte lei deve uscire dal suo guscio protettivo e diventare la leader della rivolta. Essere leader implica sia false riprese televisive sia incursioni nei vari distretti.

In queste sequenze il settore si può fare un’idea generale della situazione della rivolta nei distretti.

Le scene sono cruente e la guerra non risparmia nessuno.

960full-the-hunger-games-mockingjay-part-2-screenshot-2 - Sara Scrive

Nella seconda parte c’è l’attacco finale a Capitol City dove tutti i nodi vengono al pettine, dove la tensione narrativa diventa di nuovo palpabile e la stessa Capitol si trasforma in un’area.

Non è solo Katniss ad essere cambiata, ma anche Peeta, a seguito delle torture subite non è più lo stesso e odia la ragazza che ha sempre amato.

“Non permettergli di portarti via da me” Peeta ansima forte mentre combatte contro gli incubi che infuriano la sua testa.  “No. non voglio…” Gli stringo le mani sino a fargli male “Resta con me”…. “Sempre” mormora

Capitol finalmente ha fatto cadere la propria maschera di apparenze, mostrandosi per quella che è: una tirannia.

Il finale è epico e inaspettato.

The 5 biggest 'Mockingjay 2' book-to-movie changes

L’amore, la giustizia, la lotta, la perdita e soprattutto la crescita personale sono i temi caldi di questo capitolo finale.

Altro argomento molto sfruttato dall’autrice in tutti i libri di questa saga è l’influenza dei media.

Le telecamere possono far credere quello che vogliono. Possono spostare gli equilibri e le preferenze delle persone. E’ un’arma potente tanto quanto un fucile.

Siamo creature stupide e inconstanti, con la memoria corta e un grandissimo talento per l’autodistruzione

Devo dire che in questo libro un po’ il ritmo è calato rispetto ai primi due romanzi e, infatti, dei tre è quello che mi è piaciuto di meno.

Tuttavia, non era neanche semplice dare un degno finale a questa saga e devo comunque dire che la chiusura è bella e non scontata.

The Hunger Games Mockingjay Film poster Video gioco - I giochi ...

In questo volume c’è una delle scene più strazianti e inaspettate della saga. Ho dovuto rileggere più volte la parte incriminata perchè non credevo ai miei occhi.

Inoltre è davvero interessante l’analisi di come i vinti facciano la storia ed è difficile che al mondo esistano persone completamente buone e senza secondi fini.

Insomma, questa è una delle mie saghe preferite. Non perdetevela assolutamente.

Vi consiglio di recuperare anche i film. Ben fatti, secondo me.

E di arrivare preparati al prequel, in uscita oggi.

Copertina

Bellissima. Punto. Mi viene voglia di riacquistare la nuova edizione della saga.

 

E voi che ne pensate, vi ispira? L’avete letto?

Mi raccomando seguite gli altri blog che partecipano all’iniziativa:

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

Anima in Penna

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.