Review Party – Volevo essere la tua ragazza

Buongiorno amici lettori,

Per chi fosse nuovo dell’ambiente i Review Party vengono organizzati da alcuni blogger, insieme alle Case Editrici, che si mettono d’accordo per recensire ad una data specifica un libro normalmente di recente o prossima pubblicazione.

Oggi insieme ad un gruppo di blogger abbiamo letto per voi:

 

Risultati immagini per volevo essere la tua ragazza

Titolo: Volevo essere la tua ragazza

Autrice: Meredith Russo

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di uscita: 28 settembre 2017

Genere: Young Adult

Sinossi

Amanda Hardy si è appena trasferita, e nella nuova scuola non conosce ancora nessuno. Vorrebbe farsi dei nuovi amici, ma ha un segreto, e per mantenerlo non deve dare troppa confidenza alle persone. Almeno questo è il suo proposito. Ma quando incontra il dolce e accomodante Grant, Amanda non può fare a meno di lasciarlo entrare, poco alla volta, nella sua vita. Man mano che trascorrono il tempo insieme, Amanda si rende conto di quante cose si sta perdendo nel tentativo di tenere al riparo il proprio cuore. Giorno dopo giorno si ritrova a voler condividere con Grant tutto di se stessa, compreso il suo passato. Ma è terrorizzata all’idea che, una volta saputa la verità, il ragazzo non sarà in grado di vedere oltre, e si allontanerà per sempre. Qual è il terribile segreto che Amanda non vuole rivelare? Un nome: Andrew. È il nome con cui Amanda era conosciuta nella vecchia scuola e nella vita che ha rinnegato. Ma davvero la verità può avere un prezzo così alto?

 

L’autrice

Risultati immagini per meredith russo

Ha cambiato la sua identità sessuale qualche anno fa e vive a Chattanooga, nel Tennessee, con i suoi due figli. Volevo essere la tua ragazza, il suo romanzo d’esordio, ha vinto decine di importanti riconoscimenti in America e all’estero. Scrive sul «New York Times» su temi legati al gender.

 

Review

 

Cominciamo con il review party.

Il libro narra di Amanda, una ragazza che è nata come Andrew, ma che il corpo di un ragazzo non è mai stato adatto a lui.

E’ la storia del percorso che l’ha portata a diventare Amanda e a cercare di cambiare vita. Della sua voglia di farsi accettare.

Punti forti

La storia è strutturata su due piani temporali diversi, con alternanza casuale, ma completamente azzeccata.

Una parte della storia narra della vita di Amanda ai giorni nostri. Dal suo trasferimento presso la casa del padre e dell’inserimento in una scuola nuova. Nuove amicizie e nuovi amori.

Un’altra parte ci parla di Andrew, la sua storia di quando era piccolo e desiderava di trasformarsi in una ragazza. Del bullismo, della depressione, dei gruppi di sostegno.

La storia narrata è profonda e tremendamente attuale.

Racconta di un tema molto delicato sul quale la maggior parte delle persone ancora non è completamente aperta. In un mondo in cui i gay stanno a poco a poco trovando il proprio posto, i transgender hanno ancora difficoltà a farsi accettare.

Se si dimentica il tema principale, questa storia sembrerebbe essere una classica trama di un romanzetto young adult.

Invece ci mostra le luci e le ombre dell’animo umano. Ci sono tutti gli stereotipi:

  • i genitori che devono accettare il desiderio del figlio e proteggerlo dal bullismo;
  • gli amici che riescono a vedere dentro l’animo e non fermarsi alle apparenze;
  • i ragazzi tremendamente omofobi che rispondono alla diversità con la violenza;
  • gli indecisi che non sanno come schierarsi

Questo libro porta a domandarsi: cosa fareste voi?

Cosa fareste voi se non vi foste mai sentiti a proprio agio con il vostro sesso o se sentiste pulsioni per il vostro stesso sesso?

Ma anche:

Cosa fareste voi se veniste a scoprire che la vostra amica/ragazza, in realtà è nato uomo?

Pensateci, perchè non sono domande banali con un’univoca risposta.

Io sono contenta che finalmente le librerie inizino a dare spazio anche a queste tematiche e che coloro che si trovano nella stessa situazione di Amanda possano trovare un po’ di speranza.

Copertina

Passiamo infine a parlare della copertina. Per chi mi conosce da un po’ sa che è uno degli aspetti di un libro che valuto sempre. Dovete sapere che la ragazza in copertina è una modella transgender che si è offerta a posare per la copertina.

Lo sguardo è intenso e a me trasmette speranza, ma anche paura e timore, fragilità. Quindi direi che è azzeccata e in linea con il libro. Non potevano fare una scelta migliore. Come anche il titolo, solo forse avrei scelto un font diverso.

 

Mi raccomando andate a dare un’occhiata anche agli altri blog che partecipano all’iniziativa.

L'immagine può contenere: una o più persone e sMS

 

Come voto complessivo darei un bel:

Immagine correlata        su         Immagine correlata

 

E voi che ne pensate?

Anima in Penna

 

Annunci

Pierrot

Buongiorno amici lettori,

Oggi ho letto per voi, una favola scritta da una mia amica blogger che è uscita pochi giorni fa. Per chi non avesse letto il suo primo racconto, che comunque è slegato da questo, qui può trovare la mia recensione.

 

Titolo: Pierrot

Autrice: Yuko Ichihara

Data di uscita: 7 agosto 2017

Sinossi

Un’antica leggenda racconta che il Pierrot dallo sguardo triste è la bambola degli innamorati. Se davanti ai suoi occhi nasce un amore puro le lacrime d’inchiostro che ne ornano il volto svaniranno per lasciare posto a uno splendido sorriso. Da quel momento veglierà sul nuovo amore appena nato.

Gli occhi di Emil si soffermarono per alcuni istanti su quelli del pierrot, si sentiva affine a quella bambola con quello sguardo triste, quasi sul punto di piangere. Poi gli piaceva, gli ricordava una favola che gli raccontava sempre sua madre: diceva che i pierrot portavano fortuna agli innamorati, quando sbocciava un amore puro, duraturo davanti a loro, sul volto scomparivano le lacrime per lasciare posto a un sorriso luminoso e per il resto della vita avrebbero vegliato sulla coppia appena nata.
«Portano fortuna agli innamorati» sussurra a fior di labbra Emil, incurante se il ragazzo più grande lo abbia sentito o meno. «Si dice che se l’amore fra due persone è puro, sul loro volto compare un sorriso, vorrei tanto che comparisse.»

 

Recensione

 

Premetto che non si tratta di un libro, ma di un racconto, una favola moderna che parla dell’amore in tutte le sue forme.

L’amore è il centro focale dei racconti di Yuko, e questo racconto non è da meno.

In questa storia incontriamo una storia d’amore travagliata che muore e si reincarna finchè non trova il suo lieto fine.

Come testimone di questa storia c’è una bambola, un Pierrot, che secolo dopo secolo assiste impotente a questo amore che torna, muore e si reincarna.

Sembra una storia maledetta, perchè i due innamorati, che a volte sono uomo e donna e altre due uomini, vengono sempre separati, o dalla morte, o dalla guerra…

Un viaggio attraverso il tempo e i continenti visti dagli occhi di una bambola che si trascina in ogni epoca per portare a termine l’incarico affidato dal suo creatore.

Il racconto è straziante e il lettore agonia il lieto fine che quando arriva è dolce come una carezza.

Lo stile di scrittura di Yuko è dolce e forte allo stesso tempo e ha la capacità di catapultare il lettore all’interno delle pagine.

 

 

Copertina

Passiamo infine a parlare della copertina. Per chi mi conosce da un po’ sa che è uno degli aspetti di un libro che valuto sempre. L’immagine scelta per rappresentare è un po’ cupa, ma rispecchia lo spirito del libro.

 

Come voto complessivo darei un bel:

Risultati immagini per numero 4        su         Immagine correlata

 

E voi che ne pensate? Vi ho incuriosito un po’? 🙂

 

Anima in Penna

 

Review Party – Ritorno alla casa dei ricordi

Buongiorno amici lettori,

Per chi fosse nuovo dell’ambiente i Review Party vengono organizzati da alcuni blogger, insieme alle Case Editrici, che si mettono d’accordo per recensire ad una data specifica un libro normalmente di recente o prossima pubblicazione.

Oggi insieme ad un gruppo di blogger abbiamo letto per voi:

 

Ritorno alla casa dei ricordi (La serie dei ricordi perduti Vol. 2) di [Pollard, Helen]

Titolo: Ritorno alla casa dei ricordi

Autrice: Helen Pollard

Casa editrice: Newton Compton Editore

Data di uscita: 27 luglio 2017

Sinossi

Cielo azzurro, un nuovo amore e un bicchiere di Bordeaux… Cosa si può chiedere di più? Emmy Jamieson ha deciso di lasciarsi la vecchia vita alle spalle e di trasferirsi a La Cour des Roses, una splendida pensione in mezzo a vigneti francesi, che sarà lei a gestire. La prima prova alla quale far fronte è l’arrivo dell’eccentrica famiglia Thomson, che ha prenotato una vacanza per festeggiare le nozze d’oro. Emmy si sente all’altezza della sfida, soprattutto perché può contare su Alain, il bel ragazzo dell’amministrazione, dagli occhi color caramello. Non ha però fatto i conti con l’ingombrante presenza di un blogger davvero insopportabile, che si aggira nudo per la pensione, né con il ritorno di Gloria, la moglie fedifraga del proprietario, che ha qualcosa da ridire sul nuovo ruolo di Emmy. Ma anche la situazione finanziaria e l’insospettabile Alain si rivelano ben presto diversi da quanto aveva immaginato… Possibile che il futuro da sogno che Emmy immaginava stia per crollare?

 

L’autrice

Risultati immagini per Helen Pollard

Scrive sin da quando è bambina e da sempre preferisce le storie dei romanzi alla vita reale. Pensa che la chiave per un libro di successo sia creare buoni personaggi. Le piace tratteggiarli, attraverso la sua scrittura, in un modo ironico e che li renda cari al lettore. Helen è membro della Romantic Novelists’ Association e della Society of Authors. La Newton Compton ha pubblicato La piccola casa dei ricordi perduti e Ritorno alla casa dei ricordi.

 

Immagine correlata

 

 

 

Review

 

Bene, dopo questa introduzione passiamo a parlare del libro.

Se non avete letto il primo libro, vi consiglio di fermarvi qui per evitare spoiler :). Per chi invece ha già conosciuto la storia di Emmy continuate pure con la lettura, tranquilli per voi niente spoiler!

Allora ritroviamo subito i personaggi dove li avevamo lasciati.

Il caro vecchio Rupert, gestisce ancora la pensione La Cour des Roses, adesso ha un cane che ha chiamato come la ex-moglie e ha alcuni problemi ancora da risolvere.

Emmy ha mollato la sua vecchia vita e ha ricominciato da capo con Rupert, Alain e i suoi nuovi amici francesi.

Tutto però non è facile come lei si era aspettata. La gestione della pensione non è per niente senza difficoltà e le provoca dei momenti di sconforto, Alain all’inizio lontano, ha dei segreti che non le ha rivelato e il ritorno di vecchi e nuovi personaggi scombussolerà la sua vita.

L’autrice introduce nuovi personaggi, doverosi per diversificare un po’ la storia rispetto al primo libro, ma utilizza anche volti già noti.

Quello che racconta lei è un estratto di vita di tutti i giorni, certo i piccoli drammi non mancano, ma non ci sono momenti di suspense o delle avventure da vivere.

Nel libro leggiamo di persone normali con i propri problemi, i propri caratteri, il proprio passato alle spalle.

Il tutto è quotidianità con un briciolo di romanticismo.

Mi è piaciuto vedere la gestione di queste pensioni da un altro punto di vista. Essendo stata sempre visitatrice e mai gestrice è divertente soffermarsi a pensare alla vita di chi si dedica a ospitare gli altri, e alle scene alle quali devono assistere, o le richieste che devono soddisfare.

La parte che parla della famiglia Thomson o del nudista è stata davvero simpatica.

Forse mi è mancata un po’ quella voglia di divorare il libro per sapere come proseguiva la storia. Non c’era suspense, non c’erano eccessivi colpi di scena, solo vita quotidiana e questa la pecca che ho trovato nel libro. Probabilmente, mi saprebbe piaciuto di più con una storia d’amore più travagliata capace di risvegliare il mio cuore romantico.

Per il resto è una buona e fresca lettura estiva con dei personaggi carini e credibili.

Un ultimo aspetto positivo che ci tengo a evidenziare riguarda gli anziani.

Mi piace che questo libro parli anche di loro, dei loro sentimenti, dei loro problemi, della loro solitudine.

In fondo il romanzo è un inno a stare con gli anziani perchè da loro c’è tanto da imparare e loro hanno molto affetto e consigli da dare. Questa è una tematica che si trova difficilmente nei libri.

 

Copertina

La copertina secondo me è molto carina. I colori scelti sono sfocati e danno molto l’idea di intimità e romanticismo. Sicuramente è affine al contenuto del libro. Inoltre rimane in linea con l’immagine del primo.

Come voto complessivo darei un bel:

Risultati immagini per 3        su         Risultati immagini per 3

 

E voi che ne pensate? Avete letto il primo libro di questa serie.

Mi raccomando andate a visitare anche gli altri blog che partecipano all’iniziativa:

  • Il confine dei libri
  • Una pausa di lettura
  • Innamorata di un libro
  • Rachel Sandman author
  • The mad otter
  • Lo specchio dell’anima.

Anima in Penna

 

Review Party – Questo canto selvaggio

Buongiorno amici lettori,

Per chi fosse nuovo dell’ambiente i Review Party vengono organizzati da alcuni blogger, insieme alle Case Editrici, che si mettono d’accordo per recensire ad una data specifica un libro normalmente di recente o prossima pubblicazione.

Oggi insieme ad un gruppo di blogger abbiamo letto per voi:

 

Risultati immagini per questo canto selvaggio

Titolo: Questo canto selvaggio

Autrice: Victoria Schwab

Casa editrice: Giunti

Data di uscita: 13 giugno 2017

Genere: Urban Fantasy

Sinossi

Per anni Verity City è stata teatro di crimini e attentati, finché ogni episodio di violenza ha cominciato a generare mostri, creature d’ombra appartenenti a tre stirpi: i Corsai e i Malchai, avidi di carne e sangue umani, e i Sunai, più potenti, che come implacabili angeli vendicatori con il loro canto seducente catturano e divorano l’anima di chi si sia macchiato di gravi crimini. Ora la città è attraversata da un muro che separa due mondi inconciliabili e difende una fragile tregua: al Nord lo spietato Callum Harker offre ai ricchi protezione in cambio di denaro, mentre al Sud Henry Flynn, che ha perso la famiglia nella guerra civile, si è messo a capo di un corpo di volontari pronti a dare la vita pur di difendere i concittadini e ha accolto come figli tre Sunai. In caso di guerra la leva più efficace per trattare con Harker sarebbe la figlia. Così August, il più giovane Sunai, si iscrive in incognito alla stessa accademia di Kate per tenerla sotto controllo. Ma lei, irrequieta, implacabile e decisa a tutto pur di dimostrare al padre di essere sua degna erede, non è un’ingenua…

 

L’autrice

Risultati immagini per victoria schwab

Victoria Schwab, nata il 7 giugno 1987, autrice americana già di grande successo, è celebre grazie all’originalità dei suoi mondi fantasy.

Tra le sue opere più famose la saga The Archived, di cui Fox ha opzionato i diritti televisivi, il romanzo Vicious, i cui diritti televisivi sono andati alla casa cinematografica Scott Free, di Ridley Scott e la saga Darker Shade of Magic. I diritti cinematografici di Questo canto selvaggio, che ha esordito al primo posto nella classifica YA del New York Times sono stati acquisiti da Sony e il vivace passaparola internazionale ha già risvegliato la curiosità lei lettori italiani.

Risultati immagini per victoria schwab booksRisultati immagini per victoria schwab books

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Review

 

Cominciamo con il review party.

Il libro è ambientato in un mondo alternativo dove gli umani convivono con altri mostri.

Ci sono i Corsai, i Malchai e i Sunai, ognuno di essi si nutre degli umani, chi delle loro ossa, del loro sangue e chi delle loro anime. Vivono in mezzo agli umani e rendono la loro vita difficile.

Verity City è spaccata in due, il Nord è controllato da Callum Harker, colui che è riuscito a sottomettere i Corsai e i Malchai, colui che offre protezione a chi se la può permettere, il Sud è controllato da Henry Flynn, colui che cerca di proteggere e accogliere tutti quelli che non possono permettersi di pagare i privilegi del Nord.

Personaggi

Cominciamo subito a conoscere Kate Harker, la figlia di Callum, lei ha un passato difficile, un padre ingombrante e un carattere tutt’altro che affabile. Ogni giorno lotta per dimostrare al padre di essere degna del suo affetto e della sua fiducia.

August Flynn, non è un umano, lui è uno dei tre Sunai esistenti. Il suo desiderio è quello di essere un umano, per questo cerca di imitarli e odia perdere il controllo. Lui vuole essere utile alla causa di suo padre adottivo Henry Flynn.

Le vite di questi due giovani si scontrano e da quel momento niente sarà più lo stesso.

Entrambi dovranno lottare contro i complotti dei potenti, contro i mostri e contro le loro stesse famiglie, per sopravvivere e per fare la scelta più giusta.

 

Punti forti

Questo libro devo dire mi ha proprio conquistato e per diverse ragioni.

Punto primo, la storia è davvero originale. L’autrice ha saputo creare un mondo tutto nuovo, popolato da creature nate dalla sua fantasia. Al giorno d’oggi non è facile trovare idee innovative, quindi tanto di cappello alla geniale mente che ha creato questo libro.

Punto secondo i personaggi sono ben strutturati e caratterizzati. Le ragazze non sono delle damigelle in pericolo, ma delle forti combattenti e i ragazzi non sono dei cavalieri senza macchia e senza paura, ma sono pieni di ombre e di scheletri nell’armadio.

Punto terzo il ritmo è incalzante e la narrazione scorre piacevolmente veloce. La tensione narrativa è ben alternata a momenti di calma e introspezione.

Punto quattro, mi piace quando non si può dare niente per scontato in una storia e quando i colpi di scena sono imprevedibili e questo libro è esattamente così.

Punto cinque, si tratta di una duologia. Mi piace che la storia non sia finita qui, ma anche che la saga non duri per altri 10 libri.

Di punti deboli non ne ho trovati, a parte uno, se vogliamo essere pignoli. Il tempo trascorso da quando fuggono dalla scuola e quando diventa giorno è davvero troppo corto per essere credibile.

Ma è davvero una piccolezza.

Non ci sono altri aspetti negativi.

E’ stata una piacevole rivelazione e credo che leggerò volentieri altre opere di questa autrice.

Consiglio caldamente agli amanti del genere di cominciare questa avvincente avventura.

 

Copertina

Passiamo infine a parlare della copertina. Per chi mi conosce da un po’ sa che è uno degli aspetti di un libro che valuto sempre. Questa volta non posso che dire WOW. E’ davvero bellissima, e rispecchia appieno lo spirito del libro. Il disegno liquido nero ricorda i segni sulla pelle di August, che sullo sfondo bianco risaltano benissimo. Mi piace che diventino una rosa, perché è un fiore simbolo di bellezza e fragilità, ma anche di forza.

Infine il font scelto per il titolo è davvero stupendo. Complimenti alla Giunti per la copertina.

Per concludere, visto che, come già vi ho accennato sopra, Questo canto selvaggio fa parte di una duologia, ecco a voi la copertina del secondo libro.

Risultati immagini per questo canto selvaggio

 

Come voto complessivo darei un bel:

Immagine correlata        su         Immagine correlata

 

E voi che ne pensate? Lo avete letto?

Mi raccomando andate a visitare anche gli altri blog che partecipano all’iniziativa:

  • Libri, libretti, libracci;
  • Libri e librai;
  • The Reading Pal;
  • La cercatrice di storie;
  • Hook a Book;
  • Il tempo dei libri
  • The Mad Otter.

Anima in Penna

 

Vento del Nord e Fior di Ciliegio

Buongiorno amici lettori,

Oggi ho letto per voi, una favola scritta da una mia amica blogger che uscirà nei prossimi giorni.

 

Titolo: Vento del Nord e Fior di Ciliegio

Autrice: Yuko Ichihara

Data di uscita: 7 luglio 2017

Sinossi

Marzo era giunto alla fine e Silyen si era svegliato da pochi giorni, eppure quel luogo era al culmine della sua bellezza.
Sembrava che la primavera lì fosse giunta già da molto tempo, o forse non se ne era mai andata.
Gli alberi svettavano verso il cielo, maestosi ed eleganti, ma non imponenti come il Signore della foresta, erano antichi come lui, ma al tempo stesso dall’aspetto più gentile e meno austero.
Le chiome rosate ondeggiavano, i petali di ciliegio danzavano nell’aria, seguivano il vento; si adagiavano nell’acqua chiara del fiume seguendone il corso, per poi lasciarsi cadere nel vuoto, giù, lungo la cascata.
Tingevano di rosa e bianco le acque gelide.
Riempivano di un profumo dolce l’aria che lo circondava.
Le iridi, dello stesso colore di quei petali, fissavano quanto accadeva intorno a loro, scrutavano il paesaggio, fino ad arrivare sotto quell’albero in particolare.
Un ciliegio cresceva al limitare della radura, proprio sulla riva del fiume. I rami più bassi sfioravano l’acqua, lasciava che i suoi petali vi scivolassero per poi essere portati via dalla corrente. Era un albero grande e maestoso, lì da tanto tempo; era il luogo che preferiva dell’intera foresta, dove amava perdersi ad osservare il mondo e lasciare che il tempo scorresse, mentre i raggi del sole lo riscaldavano.
Sotto quell’albero si erano incontrati lui e Taran, era dove si erano parlati e innamorati; ed era lì che avevano fatto l’amore per la prima volta.

 

Recensione

 

Premetto che non si tratta di un libro, ma di un racconto, una favola adatta a tutte le età. Alla base c’è una storia d’amore difficile.

Il racconto parla delle stagioni e delle forze soprannaturali che ne regolano l’alternarsi.

Vento del Nord è lo spirito dell’inverno, le sue folate gelide spazzano via le ultime foglie di autunno, e i suoi ghiacci, quando si scioglieranno, saranno la linfa che ridarà vita alla natura in primavera.

Fior di Ciliegio è lo spirito della primavera, grazie a lui la natura si risveglia e prende vigore.

Queste due forze della natura si incontrano e si innamorano. Il loro è un amore passionale e intenso, ma destinato ad essere interrotto.

Fior di Ciliegio, infatti, debilitato dal periodo passato con Vento del Nord ha bisogno di un lungo periodo di riposo per riacquistare la forza per risvegliare la natura.

La loro separazione è lunga e dolorosa, ma il loro amore è più forte della lontananza.

Una favola tenera, intensa e passionale, scritta magnificamente da Yuko Ichihara. Le sue parole sono quasi poetiche e i due spiriti e i loro caratteri sono descritti in modo molto realistico.

 

Copertina

Passiamo infine a parlare della copertina. Per chi mi conosce da un po’ sa che è uno degli aspetti di un libro che valuto sempre. L’immagine scelta per rappresentare il racconto è carina e ne rispecchia lo spirito.

 

Come voto complessivo darei un bel:

Risultati immagini per numero 4        su         Immagine correlata

 

E voi che ne pensate? Vi ho incuriosito un po’? 🙂

 

Anima in Penna

 

III Tappa Blog Tour – La piccola casa dei ricordi perduti – I personaggi

Buongiorno amici lettori,

la vostra Anima in Penna è approdata nel mondo dei Blog Tour. Per chi fosse nuovo dell’ambiente i Blog Tour vengono organizzati da alcuni blogger, insieme alle Case Editrici, che si mettono d’accordo per parlare di alcuni aspetti di un libro normalmente di recente o prossima pubblicazione, in date specifiche.

Dal 26 al 30 giugno, insieme ad un gruppo, di blogger vi parleremo di:

 

Risultati immagini per la piccola casa dei ricordi perduti

Titolo: La piccola casa dei ricordi perduti

Autrice: Helen Pollard

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di uscita: 29 giugno 2017

Sinossi

Emmy Jamieson arriva a La Cour des Roses, una bella pensione nella campagna francese, con l’intenzione di trascorrere due settimane di relax in compagnia di Nathan, il suo fidanzato. Tra loro c’è qualche problema, ma Emmy è certa che questa vacanza risolverà tutto. Si sbaglia… Neanche il tempo di disfare le valigie e Nathan se l’è già svignata con Gloria, la moglie di Rupert, il proprietario della pensione. L’uomo è scioccato ed Emmy, sentendosi in parte responsabile dell’accaduto, si offre di aiutarlo a gestire la pensione. Emmy ha il cuore a pezzi, ma si trova all’improvviso in una dimensione nuova, circondata da tanti amici. E anche da qualche uomo interessante: Ryan, il provocante giardiniere, e Alain, il ragazzo che si occupa dell’amministrazione, irritante ma bellissimo. Mentre Emmy si riappropria del proprio tempo e del contatto con la natura comincia a sentirsi a casa. Ma sarebbe una follia lasciare amici, famiglia e tutto ciò per cui ha sempre lavorato… O no?

 

 

 

Blog Tour

L'immagine può contenere: sMS

 

 

Allora passiamo subito all’argomento della mia tappa:

I personaggi

Un compito non semplice, perchè l’autrice, oltre alla protagonista, ha saputo creare tanti personaggi più o meno importanti, ma partiamo con ordine.

 

Risultati immagini per ragazza carina 30 anni disegno

Emmy

Il suo vero nome è Emmeline, ma non vuole che si sappa. E’ una ragazza di trent’anni avviata alla carriera nel settore marketing. Sta insieme a Nathan da cinque anni, ma la loro storia è arrivata a un punto morto. Durante la loro ultima vacanza insieme la sua vita prende una nuova piega. Emmy è una persona dolce e sensibile, abituata a sottostare alle richieste del suo capo e di Nathan. E’ abituata a fare sempre la cosa giusta, ma questa nuova avventura l’aiuterà ad aprire gli occhi. Dovrà tirare fuori il carattere, la fiducia in se stessa e dare una svolta alla sua vita per tornare in carreggiata.

 

Risultati immagini per vecchio bastone simpatico disegno

Rupert

Ha già superato la sessantina quando la sua vita subisce un forte colpo. E’ il proprietario di una casa vacanze meravigliosa, nel cuore della Francia, e lui ama prendersi cura dei propri ospiti. E’ una persona solare capace di farsi facilmente degli amici, ma allo stesso tempo non è in grado di mettersi dei freni e a volte rischia di approfittarsi delle persone. Non ha paura di esternare i propri sentimenti ed è disposto a lottare per quello che ritiene giusto.

 

 

Loro sono i personaggi principali della storia, ma adesso passerò a parlarvi di alcuni personaggi secondari, ma comunque importanti.

Risultati immagini per gruppo persone giovani disegno

 

Nathan

Lui è stato il ragazzo di Emmy per cinque anni, ma qualcosa si è rotto tra di loro. Nathan non è mai cresciuto né tantomeno maturato. La soluzione che ha scelto per affrontare i suoi problemi è stata quella di scappare con un’altra. Totalmente incapace ad affrontare le conseguenze delle sue scelte rischierà di pagare a caro prezzo la sua nuova vita.

 

Gloria

E’ una signora di mezza età che si ritrova intrappolata in una vita che non fa per lei. Abituata al lusso e alla bella vita, non accetta la decisione del marito di voler gestire una casa vacanze. Anche lei non è stata in grado di affrontare le avversità e ha deciso che la scelta migliore era quella di darsela a gambe.

 

Ryan

E’ un ragazzo giovane e spensierato, prende la vita come viene senza aspettarsi molto. E’ in grado di leggere nel cuore delle persone ed è molto più maturo per la sua età. Ha un grande cuore e cerca di aiutare Emmy ha uscire dalla brutta situazione in cui si è trovata.

 

Alain

E’ un uomo con la testa sulle spalle. Un commercialista amante della matematica, ma anche degli animali, che si preoccupa molto per i suoi amici. Lui non si lancia nella vita, ma assapora poco per volta quello che la vita ha da offire. Non lo si apprezza subito, come un colpo di fulmine, ma poco per volta, e alla fine ti riscopri pazza della sua gentilezza e della sua dolcezza.

 

Come avrete capito ce n’è per tutti i gusti. Vi ho trasmesso il desiderio di leggere questo libro?

 

Mi raccomando andate a visitare anche gli altri blog che partecipano all’iniziativa:

 

L'immagine può contenere: sMS

Anima in Penna

 

Review Party – Perfect 2 Le imperfezioni del cuore

Buongiorno amici lettori,

Per chi fosse nuovo dell’ambiente i Review Party vengono organizzati da alcuni blogger, insieme alle Case Editrici, che si mettono d’accordo per recensire ad una data specifica un libro normalmente di recente o prossima pubblicazione.

 

Oggi insieme ad un gruppo di blogger abbiamo letto per voi, in anteprima:

 

Perfect 2: Le imperfezioni del cuore di [Bailey, Alison G.]

Titolo: Perfect 2 – Le imperfezioni del cuore

Autrice: Alison G. Bailey

Casa editrice: DeAgostini

Data di uscita: 20 giugno 2017

Sinossi

Può il vero amore guarire tutte le ferite dell’anima?
Brad Johnson è sexy, ricco e spregiudicato. Per conquistare ogni ragazza che desidera, gli basta sfoderare uno dei suoi sorrisi speciali e folgorarla con i suoi occhi color zaffiro. E con la stessa facilità con cui seduce le sue prede, Brad le abbandona. Senza sensi di colpa, perché il suo cuore è impermeabile a qualsiasi emozione. O così sembra, fino al giorno in cui incontra Mabry. Mabry è bella, intelligente, sfacciata. Tra lei e Brad la passione è immediata e travolgente. Eppure, nello sguardo di Mabry c’è qualcosa che lui non riesce a decifrare, qualcosa di profondamente triste e nello stesso tempo intrigante… Qualcosa che fa breccia dentro di lui e, per la prima volta nella vita, lo fa innamorare perdutamente. Ma proprio quando Brad è disposto ad ammettere ciò che prova, Mabry inizia ad allontanarsi. Perché ci sono segreti troppo dolorosi da confessare, e ricordi così potenti da perseguitarci per sempre… L’amore sarà abbastanza forte da guarire questi due cuori imperfetti e portarli alla felicità?

 

L’autrice

Alison G Bailey

vive a Charleston, in South Carolina. I suoi romanzi hanno ricevuto numerosi riconoscimenti e sono diventati bestseller internazionali e su Amazon. Alison si è innamorata della scrittura da bambina, quando si divertiva a reinventare i dialoghi dei film che vedeva al cinema o in tv. Prima di dedicarsi alla narrativa, ha scritto e prodotto diverse opere teatrali. Sotto l’influenza di enormi quantità di Pepsi Light e ascoltando ininterrottamente le sue playlist su Spotify, Alison scrive storie uniche, piene d’amore e romanticismo.

Il suo primo romanzo, Perfect. La perfezione di un attimo, è stato uno straordinario fenomeno del web e un grande bestseller.

 

 

Review

L'immagine può contenere: una o più persone e sMS

 

Bene, finita l’introduzione passiamo a parlare del libro.

Partiamo prima dalla domanda che alcuni di voi si staranno facendo.

Il libro è una continuazione del primo Perfect? Posso leggere il secondo senza aver letto il primo?

Perfect 2 non è la continuazione del primo libro, anche se fa alcuni riferimenti ad Amanda e Noah. Quindi, secondo me, anche chi si è perso il primo romanzo targato Bailey, può tranquillamente leggere il secondo.

Chi invece ha già letto il primo può godersi i piccoli riferimenti che l’autrice ha voluto inserire.

Bene passiamo adesso a parlare del libro.

La storia narrata in Perfect 2 è sicuramente straziante. Le vicende narrate graffiano l’anima del lettore.

Conosciamo subito Mabry e le difficoltà della sua infanzia. Fin da piccola ha conosciuto soltanto l’abbandono. La sua famiglia non le è stata vicina nei momenti difficili, non l’ha fatta sentire protetta e amata e questo l’ha segnata profondamente e ha influenzato tutta la sua vita.

Anche Brad non ha avuto una vita facile, la famiglia l’ha sempre fatto sentire indesiderato e lui ha sempre giocato con le ragazze fino ad avere pesanti conseguenze.

Queste due vite difficili si incontrano e cercano di diventare l’uno il pilastro dell’altra, ma il passato continua a influenzare il loro presente e il loro amore.

La storia si svolge su due piani temporali differenti e alternando in ogni capitolo il punto di vista di lei a quello di lui.

Secondo me questo stile narrativo aiuta molto a creare la suspense e a invogliare il lettore a proseguire nella lettura.

Ad esempio a me piaceva molto leggere la parte che narrava il passato dei protagonisti quindi non potevo smettere di leggere se non dopo quei capitoli.

E’ bello che l’autrice abbia usato questa tecnica per farci capire meglio come i protagonisti siano arrivati a questo punto.

Brad è uscito trasformato dalla sua esperienza, mentre Mabry sta ancora lottando con i suoi demoni.

La loro storia non è facile. Il lettore capisce subito che sono fatti l’uno per l’altra, ma le avversità della vita continuano a volerli allontanare.

Il lettore soffre per tutta la durata della storia per questi tira e molla. L’autrice ha sicuramente avuto la grande capacità di tenere il lettore con il fiato sospeso fino alla fine.

La cosa negativa che purtroppo sento il bisogno di evidenziare è il tipo di amore descritto nel romanzo. Non è un amore normale. Non è il conoscersi poco per volta, trovare le affinità, il sincornizzarsi dei piccoli gesti, il crescere e maturare insieme. E’ un amore statico che non cambia. La maggior parte degli episodi della loro storia si svolgono principamente nella stanza da letto. Il loro rapporto è possesso e attrazione, non viene mostrato altro. Sicuramente lui è l’incarnazione del principe azzurro bello, sexy, dolce e compresivo, ma a volte non basta.

Comunque nel complesso è un libro che intrattiene e che, a tratti, fa anche male. L’autolesionismo è un disturbo psicologico davvero brutto e secondo me nella realtà ci sono tante persone che avrebbero bisogno dell’ aiuto dei terapisti.

Copertina

Passiamo infine a parlare della copertina. Per chi mi conosce da un po’ sa che è uno degli aspetti di un libro che valuto sempre. Purtroppo devo dire che la copertina non mi ha entusiasmato. E’ semplicistica e ridotta ai minimi termini. Anche l’uso dei colori è piuttosto banale. Forse era quasi meglio la copertina originale che vi riporto nel seguito.

 

Past Imperfect

 

Come voto complessivo darei un bel:

Risultati immagini per 3suRisultati immagini per 3

 

Giveaway

Infine amici lettori potreste essere tra i fortunati che si porteranno a casa una copia cartacea del libro. Basta cliccare qui e partecipare al Giveaway:

a Rafflecopter giveaway
https://widget-prime.rafflecopter.com/launch.js

Le regole sono semplici:

1. Iscrivetevi ai blog che partecipano all’iniziativa (il nome degli altri blog li trovate nel banner)

2. Commentate almeno 4 recensioni e condividetele taggando 3 amici

 

E voi che ne pensate? Pensate di leggerlo? Avete amato il primo della serie?

Anima in Penna