Gemina

Buongiorno amici lettori,

ho attesa l’uscita di questo libro da quando ho finito di leggere Illuminae. L’ho acquistato subito, ma non riuscivo a trovare il tempo di leggerlo. Per fortuna sono arrivate le vacanze.

Quindi oggi vi parlerò di:


Risultati immagini per gemina kaufman mondadoriTitolo
: Gemina

Autore: Kaufman, Kristoff

Data di pubblicazione: 31 ottobre 2017

Genere: Fantascienza

Casa Editrice: Mondadori

Voto relativo al libro: 8

Voto relativo alla copertina: 8

Trama: Hanna sapeva che traslocare in una stazione spaziale ai confini della galassia sarebbe stato un brutto colpo per la sua vita mondana. Nessuno però le aveva detto che sarebbe potuto costarle la vita. La saga di «Illuminae File», cominciata con le peripezie di Kady ed Ezra, prosegue a bordo della stazione spaziale Heimdall, dove due nuovi protagonisti dovranno affrontare le conseguenze di una seconda offensiva BeiTech. Hanna è la viziatissima figlia del capitano della stazione, Nik il rampollo di una famigerata famiglia di criminali. Alle prese con la vita di bordo nella stazione spaziale più noiosa della galassia, i due non possono certo immaginare che Kady Grant e la Hypatia sono in viaggio verso la Heimdall con la notizia dell’invasione di Kerenza. Quando una squadra d’assalto della BeiTech invade la stazione, Hanna e Nik saranno costretti a collaborare per difendere quella che è ormai diventata la loro casa. A complicare tutto, la presenza di predatori alieni che fanno fuori l’equipaggio un uomo alla volta. Hanna e Nik capiranno presto che in gioco non c’è soltanto la propria sopravvivenza: nelle loro mani hanno il destino di tutti i passeggeri della Hypatia, e forse dell’universo intero. Tranquilli, però. Hanno tutto sotto controllo. Almeno sperano.

 

Come già era per il primo libro della serie (qui potete trovare la mia recensione), premetto che questo non è un libro come gli altri. Non aspettatevi i classici capitoli e le descrizioni o i dialoghi, qui non troverete niente di tutto questo. Il libro è organizzato come fosse un dossier che racconta quello che è accaduto, attraverso le chat, le riprese delle telecamere di sorveglianza, i comunicati ufficiali e immagini…

Inoltre se non avete ancora letto il primo vi sconsiglio di proseguire nella lettura. Sebbene i protagonisti di questo libro siano diversi, la trama continua da dove avevamo lasciato i vecchi amici, quindi siete a rischio spoiler!

Dopo questa premessa partiamo con il parlare dei:

Personaggi

 

I protagonisti sono principalmente tre.

Hanna è una ragazza brillante e intelligente, è la figlia del comandante della Heimdall, ha tutto quello che vuole. Soldi, un padre affettuoso e un ragazzo bellissimo.

Nik fa parte della Compagnia dei Coltelli un’organizzazione mafiosa. E’ insicuro e vorrebbe poter cambiare le sue origini e il suo passato.

Ella è la cugina di Nik, una ragazza piegata dalla malattia che le ha tolto l’uso delle gambe e la obbliga a vivere attaccata a un respiratore. E’ un genio del computer ed è una bravissima hacker.

Passiamo adesso alla

Trama

La storia ci propone subito uno scenario diverso da quello che avevamo lasciato.

Siamo ad un processo contro la BeiTech e come prova dell’accusa viene presentato il fascicolo Gemina.

Gemina parla della stazione Heimdall, l’unità che gestisce il wormhole al quale dovrebbe giungere l’Hyperia, una nave reduce dall’assalto a Kerenza.

I video di sorveglianza e le chat racconteranno delle ultime ore della stazione e della lotta contro la BeiTech che in tutti i modi cercava di contrastare l’arrivo dell’Hyperia e delle informazioni che con essa trasportava.

 

 

Recensione

 

Premesso che ho talmente amato il libro Illuminae che non vedevo davvero l’ora di avere tra le mani Gemina.

Dapprima mi aspettavo una continuazione della storia dei personaggi che tanto avevo apprezzato nel primo libro.

Poi leggendo altre recensioni ho visto che così non era, quindi ero preparata.

I protagonisti di questa nuova storia sono abbastanza in linea con Illuminae, abbiamo la ragazza sveglia e determinata, abbiamo il ragazzo pazzo di lei disposto a tutto, e l’esperto informatico.

In questo caso però c’è in più un triangolo amoroso e non c’è l’intelligenza artificiale.

Il triangolo amoroso è un’aggiunta carina e per niente forzata, la mancanza dell’intelligenza artificiale si è sentita, contando che era una delle chiavi del successo di Illuminae.

In questo libro la storia è carina e ben studiata, ma manca un po’ la tensione narrativa.

La storia ha tutte le carte in regola per essere di nuovo un successo, perchè anche in questo caso c’è una catastrofe imminente e tutte le probabilità sono contro i nostri eroi, ma secondo me la differenza fondamentale sta nel fatto che non ci fosse l’intelligenza artificiale e che la situazione non sembrasse così critica.

Anche quando accadevano cose terribili che non ci si aspettava, due pagine dopo gli autori gridavano allo scherzo e facevano dietro front.

Almeno in Illuminae l’illusione era durata un sacco di capitoli.

Inoltre non mi è piaciuta l’introduzione dei multiversi. Sarà una cosa mia personale, ma proprio non sopporto quando vengono inseriti in una storia, per spiegare o per complicare la trama.

Per concludere non me la sento di bocciare il libro perchè comunque è stata una bella storia, piacevole e scorrevole, ma non è scattato l’amore. In ogni caso sicuramente vorrò leggere il capitolo conclusivo.

Il terzo volume che concluderà la saga di Illuminae è già uscito in inglese, ma credo che dovremo aspettare fine anno per averlo tradotto in italiano. Intanto vi riporto la cover:

 

Obsidio (The Illuminae Files) di [Kaufman, Amie, Kristoff, Jay]

Copertina

Passando adesso alla copertina, devo dire che mi è subito saltata all’occhio: è bella, accattivante e diversa da solito, proprio come il libro stesso e sono contenta che stia abbellendo la mia libreria. E’ in linea con quella di Illuminae.

 

Concludendo, per gli amanti del genere, è una lettura piacevole che vi consiglio, ma non aspettatevi i fuochi artificio del primo.

E voi l’avete letto? Fatemi sapere le vostre opinioni!

Anima in penna

Annunci

Magic

Buongiorno amici lettori,

con un gruppo di altre blogger abbiamo introdotto una rubrica che si chiama The Readers’ Nest.

In sostanza facciamo un sondaggio su base mensile per scegliere insieme la lettura che ci accompagnerà nel mese successivo.

Per dicembre il vincitore del sondaggio è stato:

Magic

 

Risultati immagini per magic schwabTitolo: Magic

Autore: V.E. Schwab

Data di pubblicazione: 12 ottobre 2017

Genere: Urban Fantasy

Casa Editrice: Newton Compton Editori

Voto relativo al libro: 8

Voto relativo alla copertina: 7

Trama: Kell è uno degli ultimi maghi della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, nelle quali accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell’Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio III nella Londra Grigia, la più noiosa delle versioni di Londra, quella priva di magia. Ma Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere piccoli scorci di realtà ai quali, solo con le proprie forze, non avrebbero mai accesso. Si tratta di un hobby molto rischioso, però, e Kell comincia a rendersene conto. Dopo un’operazione di trasporto illegale andata storta, Kell fugge nella Londra Grigia e si imbatte in Delilah, una strana ragazza che prima lo deruba, poi lo salva da un nemico mortale, e infine lo convince a seguirla in una nuova avventura. Ma la magia è un gioco pericoloso e se vuoi continuare a giocare prima di tutto devi imparare a sopravvivere…

 

Partiamo con il parlare dei:

Personaggi

Il primo personaggio che incontriamo è Kell.

Kell è un Atari un mago, uno degli ultimi rimasti. Vive nella Londra rossa ed è in grado di spostarsi tra i vari mondi, Londra Bianca e Londa Grigia.

Lila è una ragazza forte, indipendente e intraprendente, vuole vivere splendide avventure, ma non è ancora mia riuscita a spiccare il volo.

Passiamo adesso alla

Recensione

 

Questo libro è all’insegna dell’originalità. Nulla da dire. L’autrice è riuscita a creare non un mondo, ma ben 4. Quattro Londra diverse con quattro stili diversi e problematiche e storie diverse.

C’è la Londra rossa, governata da due regnanti magnanimi e un figlio ben voluto dal popolo.

C’è Londra grigia con un re ormai morente.

C’è Londra bianca con due regnanti perfidi e spietati e un Atari piegato alla loro volontà.

Infine c’è Londra nera, una Londra perduta, una Londra logorata dalla magia, da cui niente può uscire.

E’ in questo scenario che viene catapultato il lettore.

Kell è un personaggio che non si può non amare, sia per indole, sia per carattere sia per la sua storia. Sebbene sia circondato da persone che lo amano si sente solo ed isolato.

Lila è un personaggio fuori dal comune, non la classica eroina e le sue azioni sono imprevedibili.

Gli altri personaggi inseriti nella storia, non sono solo di contorno, ma sono ben studiati e caratterizzati. Ho apprezzato molto Holland, l’unico altro Atari oltre a Kell, e la sua storia.

I gemelli regnanti sono i cattivi perfetti e Rhy, il principe di Londra rossa, il buono per eccellenza. La persona da amare e difendere.

La storia è ben studiata, non ci sono punti morti o scene inutili e i personaggi vengono introdotti magnificamente.

La trama fila liscia senza forzature, non ci sono momenti inseriti per prendere tempo o tempi eccessivamente accelerati.

Tuttavia non ci sono enormi colpi di scena che avrebbero aiutato a creare la tensione narrativa che un po’ è mancata.

Questa storia è perfetta, ma mancava qualcosa. Qualcosa che lo facesse risultare perfetto.

Qualcosa che mi lasciasse una bella sensazione quando ho finito il libro. Qualcosa che mi spingesse a continuare la lettura, a voler capire come si sarebbe risolta la situazione.

Tuttavia credo che l’autrice colmi con la propria fantasia qualche carenza nello stile di scrittura.

 

Copertina

Infine, parlando della copertina, devo ammettere che mi ha davvero conquistata. Davvero originale, ben studiata e aiuta subito ad immaginarsi Kell, che nelle prime pagine del libro viene descritto esattamente come nella copertina.

 

Concludendo, il libro nel complesso mi è piaciuto e mi piacerebbe capire come si evolverà la storia, perchè al momento non ho indizi :).

 

E voi l’avete letto? Fatemi sapere le vostre opinioni!

Anima in penna

Draghi e altri animali – Fantasy cats

Buongiorno amici lettori,

in anteprima per voi, grazie a Lucca Comics and Games 2017, ecco le ultime opere dell’illustratore più famoso d’Italia:

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Titolo: Draghi e altri animali

Autore: Paolo Barbieri

Data di pubblicazione: 24 ottobre 2017

Genere: Volume illustrato

Voto relativo al libro: 7

Voto relativo alla copertina: 8

Trama:

Ci sono mondi fantastici popolati da draghi. Ci sono altri mondi fantastici popolati da rondini, tigri, tartarughe e balene. Il libro che avete tra le mani unisce questi mondi

Titolo: Fantasy cats

Autore: Paolo Barbieri

Data di pubblicazione: 24 novembre 2017

Genere: Volume illustrato

Voto relativo al libro: 8,5

Voto relativo alla copertina: 9,5

 

 

Come quelli che mi seguono da un po’ sapranno. Io adoro qualsiasi opera di Paolo Barbieri. Non ha ancora fatto un libro che non mi sia piaciuto.

Per farvi un piccolo riassunto dei suoi capolavori vi incollo qui sotto una foto riassuntiva:

 

14650189_10154626440184042_4094578645110331500_n

Ovviamente io li ho tutti e la maggior parte autografati :).

Veniamo però ai protagonisti della giornata.

Draghi e altri animali

Questo libro illustrato è stato realizzato in collaborazione con Mondadori dopo due anni in cui non erano uscite opere di Barbieri se non con la casa editrice Lo Scarabeo.

In questo libro Paolo Barbieri ha voluto raffigurare i suoi amati draghi abbinati ai fantastici animali reali presenti sul nostro bellissimo pianeta.

 

Risultati immagini per paolo barbieri draghi e altri animali

 

Qui ad esempio potete vedere il drago pigro che si fa trasportare da una tartaruga e il drago che ama dividere l’eucalipto con i panda.

 

Risultati immagini per paolo barbieri draghi e altri animali

Risultati immagini per paolo barbieri draghi e altri animali

 

 

 

 

 

 

 

La cosa che non mi è piaciuta di questo volume è il fatto che fosse in bianco e nero. Il monocromatismo secondo me non rende giustizia alla bellezza dei dipinti di Barbieri. E’ difficile concentrarsi sui dettaglio se è tutto è in bianco e nero.

Sebbene io sia un’amante di queste creature mitologiche, questo libro non mi ha entusiasmato. L’unico aspetto positivo è che Barbieri ha dimostrato tutta la sua bravura nella riproduzione fedele degli animali terrestri.

 

Fantasy Cats

In Fantasy Cats Barbieri torna a collaborare con la casa editrice Lo Scarabeo, con la quale aveva già pubblicato Zodiac.

In questo volume come avrete capito si parla di gatti, ma non aspettatevi le classiche immagini di zie e gattini. No i gatti in questo caso sono spiriti del mondo fantasy, analizzati in base agli aspetti principali del loro carattere.

 

Risultati immagini per paolo barbieri fantasy cats

Risultati immagini per paolo barbieri fantasy cats

 

 

 

 

 

 

 

Che dire sono immagini davvero stupende ricche di dettagli e di abbinamento di colori. Sebbene non fossi così convinta di questo libro sono davvero rimasta strabiliata. Complimenti a Barbieri che è riuscito a prendere un tema banale e trasformarlo in un grandissimo successo.

Inoltre in questo libro l’autore ha voluto fare anche un tributo al suo gatto dalla coda mozzata trasformandolo in un unicorno.

 

Risultati immagini per paolo barbieri fantasy cats

 

 

A dir poco bellissimo.

Per quanto riguarda i testi in realtà questa volta non ci sono molte scritte, ma non c’è problema i disegni parlano meglio di molti testi.

Per concludere ve li consiglio caldamente e attendo con ansia le vostre opinioni!!

Anima in penna

Neve come cenere

Buongiorno amici lettori,

questo libro mi ha da subito affascinato per la copertina che trovo davvero stupenda, tuttavia ho rimandato sempre la lettura. Adesso però è arrivato finalmente il suo momento.

Quindi oggi vi parlerò di:


Risultati immagini per neve come cenereTitolo
: Neve come cenere

Autore: Sara Raasch

Data di pubblicazione: 28 febbraio 2017

Genere: Fantasy

Casa Editrice: Mondadori

Voto relativo al libro: 6,5

Voto relativo alla copertina: 9

Trama: Da sedici anni i cittadini del Regno d’Inverno sono stati fatti schiavi, privati della loro magia e del loro re. L’unica speranza per il popolo di Inverno risiede negli otto fuggitivi che sono riusciti a scappare e sopravvivere fuori dai confini, in attesa che giunga il momento del riscatto.

Rimasta orfana durante la sconfitta di Inverno, Meira è stata allevata da Sire e ha vissuto tutta la vita come profuga. Sogna di diventare una guerriera e far risorgere Inverno, ma il suo cuore batte anche per Mather, il suo migliore amico nonché erede al trono.

Quando gli esploratori scoprono dove è nascosto il medaglione magico in grado di ridare i poteri a Inverno, Meira decide che è giunto il momento di fare sul serio. Finirà coinvolta in un gioco pericoloso forse troppo spietato per lei. E soprattutto dovrà rendersi conto che il suo destino non le è mai realmente appartenuto.

 

Personaggi

La protagonista è Meira, un’orfana del regno di inverno in continua fuga. Il suo regno è stato schiacciato dal regno di primavera e lei è una dei pochi che è sfuggita al massacro e alla cattura. E’ forte e determinata, ma ha sempre paura di non essere all’altezza.

Mather è l’erede del regno di Inverno, ma in quanto uomo non ha ereditato i poteri magici che vengono tramandati solo alle figlie femmine. E’ un ragazzo sveglio e forte disposto a tutto per il proprio regno.

 

Passiamo adesso alla

Recensione

 

Avevo altissime aspettative su questo libro, sia per la copertina, sia per il fatto che si tratta di un Oscar Mondadori.

Inoltre è fa un po’ che sono alla ricerca di un fantasy classico degno di questo nome.

Purtroppo, come avrete già capito dal mio voto, questo libro non è entrato nelle mie corde.

La storia è carina e alla fine ci sono anche dei bei colpi di scena, c’è anche una spruzzata di una storia d’amore, ma la narrazione non decolla.

Forse è lo stile di scrittura che non è accattivante e che non sa creare la giusta suspense, il desiderio di sapere come andrà a finire la storia, cosa succederà dopo.

Forse la trama è troppo lineare, come un treno che viaggia tranquillo sulle proprie rotaie.

Non sono riuscita neanche ad affezionarmi ai personaggi. Forse solo il promesso sposo di Meira ha un po’ conquistato il mio cuore, come anche Sire, ma la protagonista non mi ha catturato. Non soffrivo con lei, non ridevo con lei, non volevo conoscerla meglio.

Purtroppo non è la storia che mi aspettavo. Forse sono rimasta tanto delusa perchè avevo riposto molte speranze in questo libro e da più in alto si cade, più male farà l’impatto.

Le descrizioni erano troppe lunghe. Troppi paragrafi dove non accadeva niente e inutili a livello di trama e a livello di introspettiva.

Forse se la storia avesse avuto più azione e più colpi di scena e meno parti retoriche e vuote, sarebbe potuta migliorare.

Anche il triangolo amoroso mi è sembrato un po’ lanciato lì senza sapere bene come gestirlo. Il lettore, nel giro di poche pagine passa da “ma come ha potuto lui fare questo, lui deve lottare per lei” a “ma il pretendente nuovo sembra essere carino, tifiamo per lui”… Un passaggio troppo repentino e per niente ben sfruttato.

Quando ho finito di leggere il libro non avevo neanche il desiderio di sapere come la storia sarebbe continuata, pertanto, credo che non prendere il libro che verrà dopo di questo.

 

Copertina

Come penso di aver già detto infinite volte, questa copertina mi ha davvero conquistata. Mi piace il dettaglio del disco rotante, con l’immagine della pianta. La cenere che sembra neve e le immagini che si intravedono all’interno del disco rotante.

Il tutto a dir poco stupendo. Una delle più belle copertine degli ultimi tempi.

 

Quindi per concludere, passiamo alla domanda che vi starete facendo? Vi consiglio questo libro? La risposta purtroppo adesso è no. Oppure sì se non vi aspettante il nuovo successo letterario in ambito fantasy.

E voi l’avete letto? Fatemi sapere le vostre opinioni!

Anima in penna

Noi siamo tutto

Buongiorno amici lettori,

dopo il bombardamento mediatico che è stato fatto per l’uscita del film nelle sale cinematografiche, non potevo esimermi dal leggere il libro da cui era tratto.

Quindi oggi vi parlerò di:


Risultati immagini per noi siamo tutto libroTitolo
: Noi siamo tutto

Autore: Nicola Yoon

Data di pubblicazione: 16 maggio 2017

Genere: Young Adult

Casa Editrice: Sperling & Kupfer

Voto relativo al libro: 7

Voto relativo alla copertina: 8

Trama: Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. Per questo non esce di casa, non l’ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d’aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede… lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde completamente i capelli. Il suo nome è Olly. I loro sguardi si incrociano per un secondo. E anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto.

 

Personaggi

La protagonista è Madeline, una ragazza malata che è costretta a rimanere rintanata nella sua casa per colpa del suo sistema immunitario. Ha perso il fratello e il papà in un incidente quando era appena nata ed è rimasta da sola con la mamma.

Olly è il ragazzo della casa di fronte, sensibile, problematico, bisognoso di affetto e attenzioni.

Passiamo adesso alla

Trama

Madeline è malata e i suoi anticorpi non funzionano adeguatamente. Ha sempre vissuto chiusa nella sua bolla, con sua madre e la sua infermiera. La sua vita è monotona, letture, film e giochi con la madre e studio. Tutto è un circolo senza fine, eterno.

Quando incontra Olly però la sua vita sicura non le basta più, vuole altro, vuole uscire, vuole il mondo. Questo, però, potrebbe ucciderla e uccidere sua madre che ha già perso un figlio e il marito.

 

Recensione

La sola idea di non poter mai uscire di casa e di non poter avere contatti con il mondo esterno mi ucciderebbe. I libri, la tv, la famiglia a un certo punto non basterebbero più. Come si può vivere una vita senza amore, senza amicizie, senza poter scegliere dove andare e come…

Fin dalle prime pagine del libro questa è la sensazione che viene trasmessa.

La protagonista che guarda fuori dalla finestra per riuscire a rubare anche solo un frammento di vita altrui direi che è l’immagine più rappresentativa del libro.

Nella cornice della vita di Madeline ci sono solo sua madre e Carla la sua infermiera. Fino a quando non vede Olly. Un ragazzo sempre in movimento con una famiglia difficile.

Il loro amore sboccia teneramente, per poi travolgerli.

La storia è carina con anche un bel colpo di scena finale che stupisce tutti, ma per il resto, nonostante la tematica mi è sembrata un po’ vuota.

Ossia, aveva tutte le carte in regola per essere un successo come Colpa delle stelle, ma senza avere la stessa profondità o trasmettere gli stessi sentimenti.

Forse questo libro è adatto ad un pubblico di età inferiore alla mia e pertanto tratta un argomento tanto delicato, in modo abbastanza blando.

Diciamo che alla fine non mi ha lasciato una sensazione di soddisfazione. Era come se mancasse qualcosa.

Le idee era buone, ma forse andavano espresse diversamente. Alla fine non sono riuscita a percepire la profondità del dolore di Madeline e di sua madre.

Non ho sentito nel mio animo la sofferenza della separazione da Olly e le privazioni della malattia. Sebbene venissero narrate non venivano trasmesse.

Insomma credo che guarderò il film, ma il libro non mi ha completamente soddisfatto come mi sarei aspettata.

 

Copertina

La copertina, purtroppo in Italia è già stata fatta riprendendo le scene del film e questo mi spiace perchè così è molto più difficile da valutare.

Sicuramente l’immagine è rappresentativa del libro, mentre il titolo, l’unica parte rimasta della copertina originaria, mi piace molto, è fresca e originale. Mi piace il contrasto tra il bianco della scritta e dello sfondo colorato.

 

E voi l’avete letto? Fatemi sapere le vostre opinioni!

Anima in penna

The winner’s curse. La maledizione

Buongiorno amici lettori,

ho conosciuto questo libro tramite le mie amiche blogger che erano felicissime di vederlo finalmente approdare in Italia, inoltre sembra a aver riscosso molto successo a livello mondiale.

Quindi oggi vi parlerò di:


Risultati immagini per The Winner's Curse. La maledizioneTitolo
: The winner’s curse. La maledizione

Autore: Marie Rutkoski

Data di pubblicazione: 13 luglio 2017

Genere: Distopico

Casa Editrice: Leggereditore

Voto relativo al libro: 7,5

Voto relativo alla copertina: 6

Trama: In quanto figlia di un potente generale di un vasto impero che riduce in schiavitù i popoli conquistati, la diciassettenne Kestrel ha sempre goduto di una vita privilegiata. Ma adesso si trova davanti a una scelta difficile: arruolarsi nell’esercito oppure sposarsi. La ragazza, però, ha ben altre intenzioni… Nel giovane Arin, uno schiavo in vendita all’asta, Kestrel ha trovato uno spirito gentile e a lei affine. Gli occhi di lui, che sembrano sfidare tutto e tutti, l’hanno spinta a seguire il proprio istinto e comprarlo senza pensare alle possibili conseguenze. E così, inaspettatamente, Kestrel si ritrova a dover nascondere l’amore che inizia a sentire per Arin, un sentimento che si intensifica giorno dopo giorno. Ma la ragazza non sa che anche il giovane schiavo nasconde un segreto e che per stare insieme i due amanti dovranno accettare di tradire la loro gente o altrimenti tradire sé stessi per rimanere fedeli al proprio popolo. Kestrel imparerà velocemente che il prezzo da pagare per l’uomo che ama è molto più alto di quello che avrebbe mai potuto immaginare…

 

Personaggi

La protagonista è Kestrel, una ragazza valoriana forte e determinata, figlia del generale dell’esercito valoriano. Davanti a lei ci sono solo due scelte: sposarsi o arruolarsi

Arin è uno schiavo, fa parte del popolo herrano, reso schiavo dai valoriani. E’ un ragazzo bello, forte e orgoglioso, disposto a tutto per aiutare il suo popolo.

 

Passiamo adesso alla

Trama

The winner’s curse è una storia di nobili e di schiavi. Di amori e di amicizie, di inganni e di segreti.

Una nuova storia alla Romeo e Giulietta ambientata in un mondo distopico sconvolto dalla guerra.

 

Recensione

Se devo essere brutalmente sincera, fino a metà del libro la storia non decolla. E’ lenta e si trascina mestamente tra feste, giochi di carte e flebili corteggiamenti.

Non c’è azione, non ci sono colpi di scena, non ci sono momenti emozionanti, sembra che l’autrice prenda una lunghissima rincorsa prima di entrare nel vivo della storia.

Da metà libro le acque cominciano a smuoversi e la storia a farsi più interessante. La storia d’amore entra nel vivo. Si vede un po’ più di azione, anche se ancora molto marginale.

Trovo che quando si vuole scrivere un libro che parla di schiavitù, di guerra e di un amore travagliato, ci sia bisogno di inserire scene d’azione, colpi di scena per mantenere alta la suspense e il desiderio di proseguire con la lettura.

Io ho avuto seri dubbi e difficoltà ad arrivare a metà libro.

I protagonisti sono ben approfonditi e strutturati, ma gli altri personaggi trovo che siano abbastanza piatti e senza troppo colore. Sono solo di contorno alla storia principale.

Forse se fosse stato inserito un altro personaggio centrale e la storia non fosse stata troppo focalizzata su Kestrel il libro avrebbe acquistato un po’ più di vigore.

Nel complesso le scene importanti per lo svolgimento della storia si contano sulle dita di una mano.

Infine devo dire che non sono rimasta neanche soddisfatta dal finale, fino al triangolo amoroso potevo capire, ma aggiungere un altro pretendente mi è sembrato davvero eccessivo e forzato.

La parte che mi è piaciuta è stata quella dove l’amore comincia a sbocciare per poi spezzarsi. Inoltre mi è piaciuta l’idea della maledizione del vincitore, anche se forse non l’avrei scelta come titolo del libro visto che viene citata solo alla fine.

Mettendo come titolto italiano “La maledizione” mi aspettavo qualcosa di completamente diverso.

Copertina

La copertina sicuramente è d’effetto, ma non mi è piaciuta tantissimo, sicuramente non la trovo adattissima al libro, mi sarebbe piaciuto qualcosa di diverso. E’ bella l’idea della foto dall’alto, ma forse l’espressione del viso di lei mi ha lasciato un po’ perplessa.

 

Quindi per concludere, passiamo alla domanda che vi starete facendo? Vi consiglio questo libro? La risposta è sì, ma non alzate troppo le aspettative, bisogna prenderlo come un libro leggero e senza troppe preteve. Io dal canto mio, valuterò se leggere il seguito.

E voi l’avete letto? Fatemi sapere le vostre opinioni!

Anima in penna

Un cattivo ragazzo come te

Buongiorno amici lettori,

ammetto che inizialmente avevo ignorato l’uscita di questo libro. L’immagine e il titolo mi hanno trasmesso la sensazione di avere tra le mani il classico libro da ragazzine, ma poi mi è caduto l’occhio sulla scritta in piccolo sul fondo della copertina. “Dall’autrice di Quello che c’è tra di noi” e lì il mio cuore si è fermato.

Io ho letteralmente adorato quel libro, quindi non ho potuto fare altro che leggere questo libro.

Quindi oggi vi parlerò di:


Risultati immagini per un cattivo ragazzo come teTitolo
: Un cattivo ragazzo come te

Autore: Huntley Fitzpatrick

Data di pubblicazione: 11 luglio 2017

Genere: Young Adult

Casa Editrice: DeAgostini

Voto relativo al libro: 7,5

Voto relativo alla copertina: 6

Trama: L’ultima cosa di cui una maniaca del controllo come Alice Garrett ha bisogno è un tipo come Tim Mason. Tim che è il migliore amico di suo fratello minore. Tim che attira i guai come una calamita. Tim che fiuta l’alcol anche bendato. Ma si sa, le cose non vanno sempre come si vorrebbe. Così, quando Tim si trasferisce nell’appartamento sopra il garage dei Garrett, Alice comincia a conoscerlo meglio. E capisce che dietro quella maschera da bad boy si nasconde un ragazzo che, dopo aver toccato il fondo, è pronto a tutto pur di cambiare. Anche a prendersi finalmente la responsabilità per il guaio che ha combinato un anno prima. Un guaio che Tim non ricorda nemmeno ma le cui conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Qualcosa di così scomodo che potrebbe mettere fine alla storia con Alice ancora prima che abbia inizio.

 

Premetto che io adoro la Fitzpatrick e ho amato anche il suo primo romanzo: Quello che c’è tra di noi. Qui potete trovare la mia recensione: https://ilaylaura.wordpress.com/2014/07/12/quello-che-ce-tra-di-noi/

Di conseguenza avevo altissime aspettative riguardo questo libro

Partiamo con il parlare dei:

Personaggi

Già dalle prime pagine impariamo a conoscere Tim. Un ragazzo di famiglia benestante, piuttosto incasinato e con un passato da dimenticare. Ex alcolista ed ex drogato, sbattuto fuori dalla scuola deve solo trovare il modo di ricominciare.

Alice è una ragazza forte e determinata, abituata a prendere la vita di petto e ad occuparsi di  tutta la sua famiglia lasciando indietro la sua vita e i suoi interessi.

Nella storia, per chi avesse già letto “Quello che c’è tra di noi“, incontriamo anche personaggi già noti come Samantha e Jase e i Garrett

 

Passiamo adesso alla

Trama

Quando ho scoperto che questo libro era una sorta di continuazione di Quello che c’è tra di noi ero felicissima. Mi piaceva l’idea di sapere come era andata a finire la storia di questa famiglia allargata.

Rispondo subito alla domanda che qualcuno di voi si starà ponendo. Ma se non ho letto il primo libro, posso comunque leggere Un cattivo ragazzo come te?

La risposta è semplice: sì.

Gli avvenimenti salienti di Quello che c’è tra di noi, sono stati riassunti magnificamente dalla Fitzpatrick, quindi non preoccupatevi e procedete pure per la lettura.

Tuttavia se avete letto il primo libro sicuramente sarete in grado di cogliere molti più dettagli.

Il padre di Alice e Jase sta cercando di riprendersi dopo l’incidente, mentre un nuovo bambino è in arrivo, la ferramenta è da mandare avanti e i bambini sono da accudire.

Alice deve fare la sostituta della mamma e a volte del papà. Ha messo in standby la sua vita per permettere ai suoi genitori di riprendersi.

Quello di cui ha bisogno è una persona che si occupi di lei e non un altro “bambino” da accudire, ma la vita ha altri piani per lei.

Tim ha ricevuto un ultimatum: o metterà la testa a posto, oppure suo padre gli taglierà i fondi. Decide quindi di andarsene di casa e fare le cose a modo suo, e si ritrova a vivere sopra il garage dei Garrett. Comincia ad andare agli alcolisti anonimi, ha smesso con la droga e cerca di prendere l’agognato diploma.

Tutto sembra trovare una soluzione quando l’arrivo di un bambino inaspettato sconvolge tutto.

Recensione

Vi dico subito che questo libro non mi ha entusiasmato come il primo.

La prima grande pecca secondo me riguarda Tim, lui dovrebbe essere il cattivo ragazzo del titolo, ma in realtà di cattivo ha solo il suo passato.

Non mi è piaciuto che non si vedesse niente di questo cattivo ragazzo.

Inoltre secondo me alcune cose sono state tirante troppo per le lunghe senza che ci fosse “trippa per gatti”. Forse se fosse stato più corto il libro mi sarebbe piaciuto di più.

L’inizio prometteva davvero bene, ma secondo me poi, andando avanti, l’autrice si è un po’ persa .

La famiglia Garrett invece è un pilastro, una certezza. Loro sono tutti stupendi e non deve essere stato facile per un’autrice gestire così tanti personaggi diversi e riuscire a caratterizzarli tutti un po’.

Questa, secondo me, è una delle più grandi qualità della Fitzpatrick.

La morale, che è un po’ ricorrente nei libri della Fitzpatrick, è che non sempre i soldi fanno la felicità e che nelle famiglie più povere spesso si trova anche più amore.

Questo è un altro punto che mi ha deluso un po’, mi sarebbe piaciuto leggere qualcosa di un po’ diverso rispetto al primo libro.

Tuttavia mi è piaciuto che l’autrice abbia voluto ridare voce a vecchi personaggi che secondo me avevano ancora tanto da dare.

Copertina

Passando adesso alla copertina, come vi avevo già anticipato, non mi ha entusiasmato. Come saprete non mi piacciono le classiche immagini che raffigurano ragazzo e ragazza insieme con questi titoli terribili, e questa volta avrei rischiato davvero di lasciare il libro sullo scaffale.

 

Per concludere vi consiglio di leggerlo perchè comunque è una buona lettura, ma se come me avete amato il primo libro, non aspettatevi le stesse emozioni.

Come sempre fatemi sapere le vostre opinioni!

Anima in penna