I casi impossibili di Zoe e Lu – Un’amica da salvare

Buongiorno amici lettori,

ho letto, proprio il giorno di uscita, l’ultima fatica di Licia Troisi.

Quindi oggi vi parlerò di:


Anteprima immagineTitolo
: I casi impossibili di Zoe e Lu – Un’amica da salvare

Autore: Licia Troisi

Illustrazioni: Ilaria Palleschi

Data di pubblicazione: 24 settembre 2019

Genere: Urban fantasy/ giallo per ragazzi

Casa Editrice: Mondadori

Voto relativo al libro: 7

Voto relativo alla copertina: 6

Trama: Mi chiamo Lucrezia Proietti, adoro disegnare, sono (modestamente) un mago dell’informatica… e ho una fiducia incrollabile nella scienza. Tutto questo prima che la mia tranquilla vita di dodicenne venisse sconvolta dall’incontro con Zoe! Io e lei siamo un po’ diverse: Zoe abita in un villino da film horror, ha un maggiordomo che somiglia a una mummia e… indaga il paranormale. Ma quando la mia amica Darima è scomparsa di fronte allo schermo del computer, abbiamo dovuto unire le forze. E quello che state per leggere è il diario della nostra sconvolgente, spaventosa avventura: il primo caso impossibile della Zoe & Lu Investigazioni!

 

Recensione

Partiamo subito col dire che con questo libro Licia Troisi si allontana un pochino dalla sua confort zone. Il fantasy e l’inspiegabile sono presenti nel libro, ma in maniera marginale rispetto ai suoi standard.

L’ambientazione è attuale e vira un po’ su una famiglia Addams moderna: spaventosa alla prima lettura, ma tenera non appena si approfondisce.

Il libro parla di due ragazze con vite molto diverse, ma accomunate dall’incapacità a socializzare.

Zoe è sicura di sè, con un passato misterioso alle spalle e vive una vita diversa da tutti, con una strana tutrice, un maggiordomo “morto”, ma che prepara ottimi manicaretti, e ha strani collegamenti con associazioni paranormali segrete

Lu è molto meno sicura di sè, ama il pc e i giochi online, il web è l’unico luogo in cui riesce a stringere dei legami. E’ un po’ grassottella e viene presa di mira dai suoi compagni. Vive con un papà single piuttosto apprensivo, ma molto presente.

Sarà solo una mia impressione, ma seguendo spesso l’autrice sul suo blog e sui social, noto molte somiglianze caratteriali tra lei e Lu. Come ad esempio l’insicurezza e la passione per i cartoni giapponesi (Totoro!!)

In queste pagine Licia Troisi è riuscita a condensare un po’ di tematiche.

Il cyberbullismo primo tra tutti. E’ un argomento che non è stato molto approfondito, tuttavia ho apprezzato che ve ne fosse un accenno, anche per mettere in guardia i giovani lettori del libro da questi pericoli. Molte volte i genitori ignorarono i rischi del web e non preparano i propri figli ad affrontarli.

L’amicizia. L’importanza dei veri amici e di qualcuno di cui potersi fidare. La speranza che prima o poi riuscirete a trovare una vera/o amica/o che vi capisca e vi apprezzi.

Infine, un livello un po’ più elevato, l’eterna lotta tra razionalità e irrazionalità. Il voler credere solo ai fatti, ma venire attratti inesorabilmente dal mistero.

Il libro propone due capitoli interamente a fumetti. Dal mio punto di vista è una novità assoluta!!!! E’ stata un’ottima idea per due motivi secondo me:

  1. La parte “fumettosa” sarebbe stata difficilissima da rendere a parole e secondo me così è stata molto più d’impatto.
  2. Cattura molto di più il lettore e avvicina, a mio avviso, i bambini al mondo dei fumetti.

L’illustratrice è stata molto brava e ho apprezzato la citazione di “Curiosando tra i cortili del cuore”, come poster della stanza di Darima, ma mi sa che solo quelli della mia generazione la potranno apprezzare. 🙂

Per concludere trovo che sia un buon libro per ragazzi e della lunghezza giusta per loro.

Il secondo volume I Misteri della Streghe, uscirà il 29 ottobre.

Copertina

La cover sicuramente rende l’idea della storia del libro e attira il pubblico al quale è indirizzata. Ho apprezzato molto lo sfondo che dà l’idea di qualcosa di misterioso e i pipistrelli vicino al titolo e riportati in ogni capitolo.

 

Che ne pensate? Lo leggerete?

Anima in penna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.