Review Party – Un regalo sotto la neve

Buongiorno amici lettori,

 

Oggi insieme ad un gruppo di blogger abbiamo letto per voi:

 

Titolo: Un regalo sotto la neve

Autrice: Karen Swan

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di uscita: 8 novembre 2018

Genere: Romanzo Rosa

Sinossi

Si dice che dietro ogni grande uomo ci sia sempre una grande donna. In effetti dietro tutti i personaggi più in vista di Londra c’è lei: Alex Hyde, consulente per il business delle eccellenze. È lei la donna a cui gli uomini più potenti della City si rivolgono quando hanno bisogno di una strategia per affrontare i momenti di stress. Quando le viene offerta una somma incredibile per rimettere in carreggiata il rampollo della famiglia proprietaria di una grande compagnia di whisky scozzese, Alex accetta senza esitazioni: è lavoro, potrebbe farlo anche a occhi chiusi. E invece… Nessuno degli uomini che ha affiancato è minimamente paragonabile a Lochlan Farqhuar. L’erede delle distillerie Kentallen, infatti, non è abituato a sentirsi dire no. È un ribelle, e Alex deve trovare il modo di entrare nella sua testa, se non vuole che metta l’impresa di famiglia in ginocchio. Ma più si impegna per evitare il disastro, e più si rende conto che, per la prima volta nella sua vita, non è lei ad avere il controllo sulla situazione. E non è sicura che le dispiaccia.

 

L’autrice

ha iniziato la carriera di giornalista di moda, prima di rinunciare a tutto per prendersi cura dei suoi tre figli e realizzare il sogno di diventare una scrittrice. La casa in cui vive si affaccia sulle splendide scogliere del Sussex. Con la Newton Compton ha pubblicato numerosi bestseller tra cui Un diamante da Tiffany (numero 1 nelle classifiche italiane), Un regalo perfetto, Natale a Notting Hill, Il segreto di Parigi, Natale sotto le stelle e Una questione di cuore. Un regalo sotto la neve è il suo ultimo successo arrivato in Italia.

 

Review

 

Cominciamo con il review party.

Avevo proprio voglia di cominciare a pensare al Natale e non potevo cominciare meglio.

Innanzitutto, questa romantica storia comincia su due piani temporali diversi apparentemente scollegati tra di loro: il 1918 e il 2017.

Nel 1918 incontriamo famiglie devastate dalla guerra e amori difficili.

Nel 2017 incontriamo Alex, una bravissima consulente aziendale e Lochlan l’amministratore di una società produttrice di whisky.

Alex è stata assunta per portare Lochlan a dare le dimissioni, ma non pensava di ritrovarsi davanti a un uomo scorbutico e scontroso. Una montagna impenetrabile.

Man mano che lo conosce si trova sempre più interessata a lui, e sempre più vicina al suo compito.

Alex viene catapultata in una comunità che assomiglia più ad una famiglia. Questa nuova esperienza lavorativa la porterà a tirare fuori le ombre del suo passato e ad imparare ad aprirsi.

Una storia dolce ed emozionante, con tante sfumature di amore diverse, tante luci, ma anche tante ombre.

L’inserimento dei racconti del 1918 secondo me è stato il tocco da maestro di questo libro. E il sapere coniugare il passato e il presente ha reso la storia più accattivante.

Inoltre, devo ammettere che l’autrice si è impegnata tantissimo, studiando a fondo la storia dell’isola dove si svolge la trama.

Ha imparato tutto quello che c’era da sapere sulla produzione di whisky utilizzando termini tecnici sconosciuti a tutti tranne che a quelli del settore.

Ha anche studiato le tecniche di terapia aziendale e di soccorso in caso di incendio, oltre a inserire nomi tipici della zona. Di quanti autori si può dire lo stesso?

Sicuramente un impegno non da poco.

I personaggi sono diversi e ognuno caratterizzato diversamente ognuno con i propri pregi e i propri difetti.

Forse l’unico difetto che ho trovato alla storia è stata la lunghezza delle descrizioni e la lentezza in alcuni punti, ma nel complesso devo dire che è una storia riuscita.

Con tanto di neve e di atmosfera natalizia sul finale. Il messaggio alla fine del libro è anche molto bello: se non ti apri mai potresti perderti le cose migliori della vita.

 

Copertina

Passiamo infine a parlare della copertina. Per chi mi conosce da un po’, sa che è uno degli aspetti di un libro che valuto sempre. Allora devo dire che adoro i paesaggi innevati e le tipiche dimore inglesi, ma non mi è piaciuta molto la ragazza che sembra un po’ “appiccicata” nell’immagine.

 

Mi raccomando andate a dare un’occhiata anche agli altri blog che partecipano all’iniziativa.

L'immagine può contenere: testo

L'immagine può contenere: testo

 

Come voto complessivo darei un bel:

Risultati immagini per 3/5

 

E voi che ne pensate, vi ispira?

Anima in Penna

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.