Review Party – Ritorno alla casa dei ricordi

Buongiorno amici lettori,

Per chi fosse nuovo dell’ambiente i Review Party vengono organizzati da alcuni blogger, insieme alle Case Editrici, che si mettono d’accordo per recensire ad una data specifica un libro normalmente di recente o prossima pubblicazione.

Oggi insieme ad un gruppo di blogger abbiamo letto per voi:

 

Ritorno alla casa dei ricordi (La serie dei ricordi perduti Vol. 2) di [Pollard, Helen]

Titolo: Ritorno alla casa dei ricordi

Autrice: Helen Pollard

Casa editrice: Newton Compton Editore

Data di uscita: 27 luglio 2017

Sinossi

Cielo azzurro, un nuovo amore e un bicchiere di Bordeaux… Cosa si può chiedere di più? Emmy Jamieson ha deciso di lasciarsi la vecchia vita alle spalle e di trasferirsi a La Cour des Roses, una splendida pensione in mezzo a vigneti francesi, che sarà lei a gestire. La prima prova alla quale far fronte è l’arrivo dell’eccentrica famiglia Thomson, che ha prenotato una vacanza per festeggiare le nozze d’oro. Emmy si sente all’altezza della sfida, soprattutto perché può contare su Alain, il bel ragazzo dell’amministrazione, dagli occhi color caramello. Non ha però fatto i conti con l’ingombrante presenza di un blogger davvero insopportabile, che si aggira nudo per la pensione, né con il ritorno di Gloria, la moglie fedifraga del proprietario, che ha qualcosa da ridire sul nuovo ruolo di Emmy. Ma anche la situazione finanziaria e l’insospettabile Alain si rivelano ben presto diversi da quanto aveva immaginato… Possibile che il futuro da sogno che Emmy immaginava stia per crollare?

 

L’autrice

Risultati immagini per Helen Pollard

Scrive sin da quando è bambina e da sempre preferisce le storie dei romanzi alla vita reale. Pensa che la chiave per un libro di successo sia creare buoni personaggi. Le piace tratteggiarli, attraverso la sua scrittura, in un modo ironico e che li renda cari al lettore. Helen è membro della Romantic Novelists’ Association e della Society of Authors. La Newton Compton ha pubblicato La piccola casa dei ricordi perduti e Ritorno alla casa dei ricordi.

 

Immagine correlata

 

 

 

Review

 

Bene, dopo questa introduzione passiamo a parlare del libro.

Se non avete letto il primo libro, vi consiglio di fermarvi qui per evitare spoiler :). Per chi invece ha già conosciuto la storia di Emmy continuate pure con la lettura, tranquilli per voi niente spoiler!

Allora ritroviamo subito i personaggi dove li avevamo lasciati.

Il caro vecchio Rupert, gestisce ancora la pensione La Cour des Roses, adesso ha un cane che ha chiamato come la ex-moglie e ha alcuni problemi ancora da risolvere.

Emmy ha mollato la sua vecchia vita e ha ricominciato da capo con Rupert, Alain e i suoi nuovi amici francesi.

Tutto però non è facile come lei si era aspettata. La gestione della pensione non è per niente senza difficoltà e le provoca dei momenti di sconforto, Alain all’inizio lontano, ha dei segreti che non le ha rivelato e il ritorno di vecchi e nuovi personaggi scombussolerà la sua vita.

L’autrice introduce nuovi personaggi, doverosi per diversificare un po’ la storia rispetto al primo libro, ma utilizza anche volti già noti.

Quello che racconta lei è un estratto di vita di tutti i giorni, certo i piccoli drammi non mancano, ma non ci sono momenti di suspense o delle avventure da vivere.

Nel libro leggiamo di persone normali con i propri problemi, i propri caratteri, il proprio passato alle spalle.

Il tutto è quotidianità con un briciolo di romanticismo.

Mi è piaciuto vedere la gestione di queste pensioni da un altro punto di vista. Essendo stata sempre visitatrice e mai gestrice è divertente soffermarsi a pensare alla vita di chi si dedica a ospitare gli altri, e alle scene alle quali devono assistere, o le richieste che devono soddisfare.

La parte che parla della famiglia Thomson o del nudista è stata davvero simpatica.

Forse mi è mancata un po’ quella voglia di divorare il libro per sapere come proseguiva la storia. Non c’era suspense, non c’erano eccessivi colpi di scena, solo vita quotidiana e questa la pecca che ho trovato nel libro. Probabilmente, mi saprebbe piaciuto di più con una storia d’amore più travagliata capace di risvegliare il mio cuore romantico.

Per il resto è una buona e fresca lettura estiva con dei personaggi carini e credibili.

Un ultimo aspetto positivo che ci tengo a evidenziare riguarda gli anziani.

Mi piace che questo libro parli anche di loro, dei loro sentimenti, dei loro problemi, della loro solitudine.

In fondo il romanzo è un inno a stare con gli anziani perchè da loro c’è tanto da imparare e loro hanno molto affetto e consigli da dare. Questa è una tematica che si trova difficilmente nei libri.

 

Copertina

La copertina secondo me è molto carina. I colori scelti sono sfocati e danno molto l’idea di intimità e romanticismo. Sicuramente è affine al contenuto del libro. Inoltre rimane in linea con l’immagine del primo.

Come voto complessivo darei un bel:

Risultati immagini per 3        su         Risultati immagini per 3

 

E voi che ne pensate? Avete letto il primo libro di questa serie.

Mi raccomando andate a visitare anche gli altri blog che partecipano all’iniziativa:

  • Il confine dei libri
  • Una pausa di lettura
  • Innamorata di un libro
  • Rachel Sandman author
  • The mad otter
  • Lo specchio dell’anima.

Anima in Penna

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...