La rosa del califfo

Buongiorno amici lettori,

torno da voi con la recensione di un libro che appena uscito non ho potuto non comprare.

Il primo libro di questa duologia è stato uno dei miei preferiti degli ultimi tempi, per l’originalità e le ambientazioni.

Ovviamente sto parlando de “La moglie del califfo

Qui potete trovare la mia recensione: https://ilaylaura.wordpress.com/2016/03/28/la-moglie-del-califfo/

Quindi oggi vi parlerò di:


Risultati immagini per la rosa del califfoTitolo
: La rosa del califfo

Autore: Renée Ahdieh

Data di pubblicazione: 27 aprile 2017

Genere: Fantasy

Casa Editrice: Newton Compton Editori

Voto relativo al libro: 7,5

Voto relativo alla copertina: 7

Trama: Shahrzad è stata la moglie del califfo del Khorasan. Era giunta nella sua dimora con lo scopo di vendicare la morte di altre fanciulle andate in sposa a lui. Poi il suo piano è saltato, Khalid non è infatti il mostro che tutti credono. È un uomo tormentato dai sensi di colpa, vittima di una potente maledizione. Ora che è tornata dalla sua famiglia, Shahrzad dovrebbe essere felice, ma quando scopre che Tariq, suo amore d’infanzia, è alla guida di un esercito e sta per muovere guerra al califfo, la ragazza capisce che deve intervenire se vuol salvare ciò che ama. Per tentare di evitare una sciagura, spezzare quella maledizione, ricongiungersi a un uomo di cui ora scopre di essersi innamorata, Shahrzad farà appello ai suoi poteri magici, a lungo rimasti sopiti dentro di lei…

 

Premetto che ho davvero amato il primo libro della saga e ho atteso con ansia l’uscita del secondo volume. Renée è davvero una splendida autrice. Mi sono innamorata del suo stile di scrittura e delle immagini che le sue parole trasmettevano.

Quindi le mie aspettative per questo libro erano altissime. Per chi non avesse letto il primo libro consiglio di fermarsi qui. Non vorrete incappare per sbaglio in qualche spoiler? 🙂

Dopo questa premessa partiamo con il parlare dei:

Personaggi

Incontriamo subito Khalid, un califfo umile, tormentato dai suoi spettri e abbandonato dalla donna che amava. Un reale disposto a sporcarsi le maniche per aiutare il suo popolo stremato dopo gli ultimi eventi.

Shahrzad è nell’accampamento dei ribelli, finalmente riunita alla sua famiglia. Il padre giace svenuto e la sorellina è in cerca di risposte.

Jalal ha scoperto di essere padre e non sa cosa fare, mentre Despina sembra avere un piano tutto suo.

Passiamo adesso alla

Trama

Allora la storia comincia con i nostri protagonisti lontani. Khalid tenta di rimanere a galla dopo che il suo amore è partito, mentre la maledizione non gli dà scampo e non gli permette di dormire martellandolo con tremendi mal di testa.

Shahrzad, nell’accampamento dei ribelli, deve accudire il papà convalescente, prendersi cura della sorella, a trovare un modo per salvare il suo califfo, mentre tiene a bada le avance di Tariq. L’amore della sua infanzia non è infatti rassegnato a lasciarla andare.

Shahrzad verrà catapultata in un mondo di magia e dovrà lottare contro la sua famiglia per salvare suo marito, mentre la guerra incalza, intenzionata a non risparmiare nessuno.

La magia ritorna prepotente in questo libro, Shahrzad tenta di sviluppare i suoi poteri, anche se inutilmente. Questo punto infatti secondo me è stato davvero mal gestito. Perchè farci leggere dei suoi allenamenti magici se non portano a niente?

La mancanza della storia d’amore principale purtroppo fa perdere attrattiva al libro. L’autrice ha cercato di riempire il romanzo di altre parti interessanti, ma purtroppo secondo me non c’è riuscita a pieno.

La nuova storia d’amore che Renée ci presenta, la magia, gli intrighi di corte e i colpi di scena non bastano a raggiungere l’astina che lei aveva alzato con il primo libro.

L’ambientazione, i sapori e le storie che tanto mi avevano incantata del primo libro, nel secondo capitolo hanno un’importanza davvero marginale.

Anche i nuovi personaggi introdotti non mi hanno affascinato e colmato il vuoto lasciato dalla storia principale.

Alcune idee sono davvero geniali e i due colpi di scena finali mi sono davvero piaciuti, e come anche è stato bello leggere come l’autrice sia riuscita a risolvere la situazione finale e l’importanza che ha dato alle altre donne del libro.

E’ tutto qui però. Non c’è altro nel libro, neanche il lieto fine mi ha soddisfatto.

Peccato mi è dispiaciuto molto vedere la piega presa dal libro en non ritrovre le emozioni che tanto mi hanno coinvolto nel primo libro.

Copertina

Passando adesso alla copertina, devo dire che non si allontana molto da quella del primo libro e questa è l’unica pecca.

Comunque rende bene l’idea e non mi dispiace.

Per finire vi parlo delle

Prossime uscite

L’autrice ha già recentemente pubblicato il primo libro di una nuova saga. E io, nonostante questa fresca delusione, non vedo l’ora di averlo tra le mani.

 

Risultati immagini per renee ahdieh flame in the mist

 

Trama

La figlia di un importante samurai, Mariko sa da tempo qual è il suo posto, lei può essere un’alchimista esperta, la cui abilità rivaleggia con quella di suo fratello Kenshin, ma non essendo un ragazzo, il suo futuro è sempre stato fuori della sua portata. A soli diciassette anni, Mariko è promessa a Minamoto Raiden, il figlio di una delle consorti favorite dell’imperatore, un matrimonio politico combinato che eleverà il rango della sua famiglia. Ma durante il viaggio verso la città imperiale di Inako, Mariko riesce a scampare all’agguato di una pericolosa banda di banditi conosciuta come il Clan Black, ingaggiato per ucciderla prima che raggiunga il palazzo.
Vestita come un giovane contadino, Mariko si intrufola nei ranghi del Clan Nero, determinata a rintracciare il responsabile dell’agguato. Ma viene subito catturata e portata al nascondiglio segreto del Clan Black, dove incontra il loro capo, il ronin ribelle Takeda Ranmaru, e il suo secondo in comando, il suo migliore amico Okami. Ancora credendola un ragazzo, Ranmaru e Okami prendono in simpatia Mariko, colpiti dalla sua intelligenza e ingegno. Avvicinandosi al Clan Black Mariko scopre una storia oscura di segreti, di tradimento e omicidi, che la costringerà a mettere in discussione tutto ciò che conosce

 

Concludendo, quindi, non vi sto sconsigliando questo libro perchè in fondo non racconta una brutta storia, vi avviso solo di abbassare le aspettative rispetto al primo.

E voi l’avete letto? Fatemi sapere le vostre opinioni!

Anima in penna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...