Al posto tuo

Buongiorno amici lettori,

come è andato il Natale? Spero carico di libri e di fumetti come il mio! 🙂

Allora in questo periodo avevo voglia di leggere un libro un po’ diverso e mi è capitato tra le mani questo:

 

Titolo: Al posto tuo. Due ragazze un’identità.

Autore: Michelle Painchaud

Data di pubblicazione: 20 settembre 2016

Genere: Narrativa

Casa editrice: Mondadori

Collana: Chrysalide

Voto relativo al libro: 7,5

Voto relativo alla copertina: 7,5

Trama: Erica Silverman fu rapita all’età di quattro anni. Da allora nessuno l’ha più vista. Sono passati tredici anni, ma i suoi genitori multimilionari non hanno mai smesso di cercarla, e non hanno badato a spese per farlo. Poi, il miracolo accade. Erica ricompare. Ha diciassette anni ora. Anni interi della sua vita sono stati cancellati. È molto provata e arrabbiata. E deve imparare di nuovo chi è e da dove viene. Ma c’è un particolare, di cui quasi nessuno è a conoscenza: lei non è Erica Silverman. Violet è la figlia adottiva del più grande truffatore di Las Vegas. Ha passato la sua intera esistenza a prepararsi a vestire i panni di una ragazza che non ha mai conosciuto. Ha lo stesso gruppo sanguigno di Erica, e, grazie alla chirurgia plastica e all’inganno, anche la sua stessa faccia, il suo stesso corpo e il suo stesso DNA. E poi conosce ogni dettaglio della vita dei Silverman, così come è perfettamente in grado di simulare i sintomi del disturbo post traumatico da stress che le servirà per ingannarli. Perché il piano agghiacciante di suo padre ha uno scopo ben preciso: farla rimanere abbastanza a lungo a casa Silverman per rubare un quadro leggendario di loro proprietà. Ma una volta entrata a far parte, per la prima volta nella sua vita, di una vera famiglia, qualcosa in Violet inizia a incrinarsi. Quando la tua vita è stata plasmata sulla manipolazione e l’inganno, il rischio inevitabile è di perderti nelle tue stesse bugie.

 

Allora come ho detto questo è un libro un po’ diverso, niente fantasy o fantascienza o storie d’amore. Tranquilli una storia d’amore c’è, ma non gira tutto intorno ad essa.

Il romanzo è come un giallo visto al contrario, dalla parte dei truffatori.

E’ la storia di Violet che, insieme a suo padre adottivo, tentano la truffa del secolo. Lei dovrà fingersi una ragazza morta e rubare un famoso dipinto, per cambiare finalmente vita.

Violet deve dimenticare se stessa, la sua personalità, il suo viso, e trasformarsi in Erica. Una ragazza completamente diversa da lei, ma che la guiderà in questa truffa. Vestire i panni di un’altra aiuterà la piccola truffatrice a conoscere meglio se stessa e a prendere in mano le redini della propria vita.

Le due personalità si mescolano e si alternano con maestria. Una frase che mi è rimasta impressa e che ho trovato davvero bella è: “Le lacrime di Erica caddero sulle ginocchia di Violet

L’autrice, oltre ad avere uno stile di scrittura fresco e lineare, è anche riuscita a sviluppare bene la trama senza renderla scontata e banale. Ogni azione ed evento era studiato per esaltare meglio la coesistenza delle due ragazze.

Quanto pensate di riuscire a reggere interpretando il ruolo di una ragazza morta, completamente diversa da voi, in un ambiente molto lontano da quello in cui siete cresciuti?

Dopo quanto crollereste, cullati dal lusso e in un posto in cui tutto vi è donato senza il minimo sforzo? Amicizie, soldi, affetto, che prima vi dovevate guadagnare e sudare, adesso sono a portata di mano.

Giusto e sbagliato si mescolano fino a quando il loro flebile confine inizia a farsi più marcato e, quello che era l’obiettivo di una vita, inizia a perdere di importanza.

L’autrice ha avuto una bella idea e ha saputo svilupparla al meglio. I personaggi sono tanti e ben caratterizzati.

Prima di tutto ci sono le amiche che Erica avrebbe avuto se fosse stata ancora viva, poi ci sono le amicizie che avrebbe avuto Violet se avesse avuto una vita normale.

La signora Silverman è una donna forte che ha vissuto nel timore che la figlia fosse morta e con il peso di un marito che non è riuscito a superare quella perdita.

Un investigatore privato, un ragazzo amante della musica e schiacciato dalla presenza incombente del padre, una psicologa con molti problemi irrisolti, ma abilissima nello scovare la verità.

Insomma il romanzo è ricco di personaggi e ognuno ha il proprio giusto spazio e caratterizzazione.

Forse alcune parti della storia sfociano un po’ troppo nel romanzo rosa, ma quando i protagonisti sono adolescenti credo che si inevitabile in fondo.

Il finale è bello, ma mi aspettavo qualcosina di diverso, forse più un lieto fine alla Disney.

Passiamo alla copertina, devo dire che mi è piaciuta. Non attira subito l’attenzione, ma rende molto bene l’idea che sta alla base del libro, quindi non posso lamentarmi.

Concludendo, se amate i romanzi d’amore e i gialli e volete leggere qualcosa di un po’ diverso, questo libro fa per voi.

Leggete e fatemi sapere!!!

Anima in penna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...