Twlight life and death

Buongiorno amici lettori,

è con la morte nel cuore che mi accingo a fare questa recensione. Oggi vi parlo di:

 

Titolo: Life and death

Autore: Stephenie Meyer

Data di pubblicazione: 14 gennaio 2016

Genere: Fantasy

Voto relativo al libro: 4

Voto relativo alla copertina: 6

Trama: Il protagonista Beau, diciassettenne, si trasferisce da Phoenix nella piovosa Forks per andare a vivere col padre. A scuola incontra Edythe, la sua compagna di banco. Fra i due, nonostante l’ostilità iniziale di lei, c’è un’attrazione irresistibile. Nasce così una storia d’amore, intensa quanto tormentata. Lei è un vampiro, e lotta contro la sua natura ambivalente: se da una parte c’è l’attrazione, dall’altra c’è la voglia di uccidere. In un susseguirsi di avventure rocambolesche, Edythe farà di tutto per salvare Beau dai pericoli del mondo a cui appartiene. Fino al finale inaspettato, una conclusione inedita che lascerà il lettore a bocca aperta.

 

Piccola premessa: in questo volume speciale, a tutti i personaggi presenti nella saga originale è stato cambiato il sesso. Quindi al posto di Bella avremo Beau, al posto di Edward avremo Edythe, al posto di Jacob Julie, al posto di Carlise Carine e così via. In pratica gli unici personaggi che sono rimasti invariati sono i genitori di Bella.

Avete presente quando vi dicono che vi compreranno una splendida torta per il compleanno e voi passate diverso tempo a pregustarvi i vari strati di crema, panna e cioccolato.

Poi arriva il giorno tanto atteso , la scatola con la torta è davanti a voi. Cercate di assaporare il momento, di godervi gli ultimi istanti dell’attesa e vpoi vi lanciate sul pacco e lo scartate velocemente con il cuore che vi batte all’impazzata e l’acquolina in bocca.

Quando l’aprite, però, vi accorgete che, in realtà, si tratta di una torta salata e dopo che l’avete assaggiata vi accorgete che fa pure schifo.

Adesso immaginatevi questa sensazione, la delusione provata. Questo è quello che mi è successo leggendo questo libro.

Ho adorato la saga di Twilight e anche gli altri libri scritti dalla Meyer e non vedevo l’ora di rituffarmi il quelle atmosfere, in quell’amore difficile, ma che mi aveva coinvolto completamente.

Prima pecca: capisco che è l’anniversario dei 10 anni di uscita di Twilight, ma trovo davvero una pessima idea la trovata di pubblicare il nuovo libro dietro il primo il libro della saga. Tutti i fan che volevano comprare questo volume di certo non sono stati felicissimi di doversi di nuovo comprare Twilight. Inoltre la copertina non era neanche rigida come gli altri libri… sacrilegio.

Seconda pecca: la Meyer ci spiega che ha voluto invertire tutti i ruoli per dimostrare che Bella non è la classica damigella in pericolo e che il suo ruolo poteva essere interpretato anche da un ragazzo, senza che la trama ne risentisse. Questo perchè l’autrice ha ricevuto molte critiche e ha voluto rifarsi… Se posso permettermi… pessima idea.

Bella al maschile purtroppo fa perdere moltissimo alla storia. Beau è un personaggio indefinito, il lettore non riesce a inquadrarlo bene. E’ insicuro, ossessivo, senza hobby o interessi e con un’innata capacità di mettersi nei guai.

Tutte le scene che tanto avevo amato della prima versione, con il cambio di sesso, sono diventate a dir poco ridicole.

Ma voi riuscite a immaginarvi un ragazzo ben piazzato e muscoloso in spalle ad una ragazza minuta e esile…ridicolo…

Una ragazza che offre, monetariamente parlando, a un ragazzo ogni volta che escono insieme e che lo salva da un gruppo di malviventi, non sono scene che fanno innamorare il lettore.

Inoltre la scrittura non è quella accattivante di un tempo, quella che ti obbligava a notti insonni per sapere come proseguiva la storia.

In questo libro la Meyer sembra aver perso completamente la sua capacità di coinvolgere il lettore.

Fin dall’inizio non ho provato che noia e dovevo obbligarmi a proseguire la lettura.

Come se non bastasse, l’autrice ha deciso di prendersi alcune libertà poetiche, sebbene nel prologo avesse affermato che la storia, che già conoscevamo, non avrebbe subito variazioni, in realtà non è stato così.

Da metà libro le scene cominciano a cambiare… in peggio, fino ad arrivare ad un orribile finale.

La storia termina in modo completamente diverso rispetto a Twilight ossia in modo tetro e lugubre, dove in un solo e inutile capitolo vengono riassunte le cose che nella saga originale erano accadute in altri tre libri.

Mentre leggevo non ci potevo credere, dopo un libro del genere non mi aspettavo che il finale potesse essere persino peggiore.

Purtroppo non riesco a trovare un solo aspetto positivo di questo libro, che si merita il voto più passo che abbia mai dato.

Non trovo motivi per consigliarvi di leggerlo. Anzi, per coloro che hanno amato la saga originale urlo a gran voce: LASCIATE PERDERE, non rovinatevi il bel ricordo che la Meyer vi ha lasciato.

Avevo sempre sperato che l’autrice tornasse nelle librerie con un grande romanzo e purtroppo sono rimasta delusa. Avrei preferito di tutto cuore che avesse continuato a scrivere Midnight sun, dove tutta la storia veniva narrata dal punto di vista di Edward. I pochi capitoli che avevo letto mi avevano entusiasmato molto di più di Life and death.

Infine la copertina. Niente di eccezionale, ma mi piace che abbiano voluto richiamare l’immagine del primo libro cambiando colore alla mela.

Attendo con ansia le vostre opinioni!!

Anima in penna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...