Dai libri ai film – La quinta onda

Ciao amici lettori,

eccomi di ritorno con la rubrica dai libri ai film. Il film di cui vi parlo oggi è uscito nelle sale due settimane fa, mentre il libro un annetto fa.

 

Vi ricordate la mia classificazione dei film tratti dai libri?

1 chi già ha letto il libro rimane soddisfatto dalla fedeltà e dell’accuratezza del film;

2 chi ha letto il libro nonostante il film non sia completamente fedele rimane comunque soddisfatto;

3 chi ha letto il libro rimane deluso dal film;

4 chi non ha letto il libro viene invogliato dal film a leggerlo;

5 chi non ha letto il libro non viene invogliato dal film a leggerlo.

 

La quinta onda rientra nel terzo caso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo aver letto il libro tutto ad un fiato non volevo perdermi il film.

Avverto che questa recensione può contenere degli spoiler per chi non dovesse ancora aver terminato il libro.

Il libro è stato amore a prima vista, il film purtroppo no.

Il libro era adrenalina pura, un susseguirsi di colpi di scena. Il lettore non poteva staccarsi dalle pagine perchè voleva sapere come proseguiva la storia.

Per chi si fosse perso la recensione del libro la può recuperare qui: https://ilaylaura.wordpress.com/2014/06/02/la-quinta-onda/

Devo ammettere che ero talmente innamorata del libro che avevo altissime aspettative dal film. Anche perchè secondo me c’erano tutte le premesse per creare un piccolo capolavoro.

E invece sono rimasta delusa.

Il film è piuttosto fedele, lo devo ammettere, le scene principali ci sono e sono riportate quasi pari pari. Ad esempio la scena iniziale con la prima uccisione di Cassie, la scena in cui Cassie viene colpita dal cecchino, la parte dove arruolano i ragazzini.

E allora? Mi domanderete voi.

Purtroppo la fedeltà non è tutto. Manca qualcosa.

Partiamo dagli attori: Cassie e Ben non si possono proprio vedere. Lui non ha per niente l’aria del ragazzo più popolare della scuola, anzi sembra proprio uno sfigato, mentre lei ha i tratti troppo particolari e stona con il personaggio che, almeno io, mi ero creata nella mente leggendo il libro.

L’unico personaggio che non mi ha deluso è stato Evan. Molto carino e dall’aria misteriosa.

Passiamo alla nota dolente.

Purtroppo, come mi era già successo per Divergent, seppure il film sia relativamente fedele, manca completamente di emozioni.

Non viene trasmessa l’adrenalina del libro e la suspance che non permetteva di annoiarsi. Le scene si susseguono come fosse un documentario.

Non si percepisce l’evoluzione di Cassie, da semplice ragazza a un guscio vuoto con due obiettivi: sopravvivere e trovare Sammy, il fratello. La fase è stata troppo breve per renderla al meglio.

Anche Evan non viene abbastanza approfondito. Nel libro si narrava della sua storia, di sua sorella, della sua fidanzata e questo secondo me doveva essere inserito.

Infine la parte in cui Ben viene addestrato e man mano si trasforma in un soldato e un leader viene relegata a un paio di immagini.

Davvero un peccato.

Leggendo altre recensioni mi sono accorta che non sono la sola a pensarla così, quindi non credo che il film abbia riscosso il successo sperato.

L’unico punto di merito lo do alla locandina che è decisamente più bella della copertina del libro.

Concludendo credo che appena possibile mi butterò nella lettura del secondo volume della trilogia (sotto trovate la copertina e la trama), uscito da poco in Italia, e poi valuterò se andare a vedere un eventuale seguito.

rick-yancey-il-mare-infinito

TRAMA:

Come si fa a cancellare dalla faccia della Terra sette miliardi di persone? Cancellando ciò che li rende tali, la loro umanità. Sopravvivere alle prime quattro onde sembrava impossibile eppure Cassie Sullivan e i suoi compagni ci sono riusciti. Ora si ritrovano in un mondo che non riconoscono più, tutto è stato distrutto, anche quello che ci teneva uniti, che ci rendeva umani: “Non c’è speranza senza fede, non c’è fede senza speranza, non c’è amore senza fiducia, non c’è fiducia senza amore. Togli una sola di queste cose e l’intero castello di carte umano crolla”. Con gli Altri alle costole, Cassie, Ben e Ringer si trovano di fronte a una scelta difficile: prepararsi ad affrontare l’inverno sperando nel ritorno di Evan Walker o partire alla ricerca di altri sopravvissuti. Perché il prossimo attacco è inevitabile – e imminente. La Quinta Onda, infatti, continua implacabile la sua avanzata, e il nemico non si fermerà fino a che la razza umana non sarà completamente annientata.

E voi l’avete visto? Fatemi sapere le vostre impressioni!

Anima in penna

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...