Magnus Chase e gli Dei di Asgard – La spada del guerriero

Buongiorno amici lettori,

oggi vi parlo di un autore che ho personalmente molto amato. Premetto che si tratta più che altro di un libro per ragazzi, ma secondo me riesce a conquistare anche qualche adulto come me 🙂

 

Titolo: Magnus Chase e gli Dei di Asgard – La spada del guerriero

Autore: Rick Riordan

Data di pubblicazione: 17 novembre 2015

Genere: Fantasy mitologico

Voto relativo al libro: 7,5

Voto relativo alla copertina: 6,5

Trama: Secondo la mitologia nordica, quando un uomo muore valorosamente con le spada in mano diventa uno degli immortali guerrieri di Odino, il re degli dei. Magnus Chase, sedici anni e una vita di espedienti, non avrebbe mai immaginato di morire brandendo un’arma millenaria contro un gigante deciso a carbonizzare il Ponte di Boston e migliaia di innoccnti. L’ascesa al Valhalla, l’Olimpo nordico, è solo l’inizio pcr il giovane eroe. Tra bellicose valchirie, nerboruti guerrieri e sontuosi banchetti, Magnus sta per scoprire la sconvolgente verità: suo padre è il divino Freyr e il suo compito è ritrovare la Spada dell’Estate, scongiurando così il Ragnarok, il Giorno del Giudizio, in cui i Nove Mondi saranno distrutti e gli dei si scontreranno in battaglia con i giganti. La vita di Magnus è appena finita. Eppure è appena cominciata.

 

Premetto, per chi non conosce questo autore, che ha già scritto tre saghe di successo sempre toccando temi mitologici.

Le altre saghe sono:

  • Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo: Percy Jackson non sapeva di essere destinato a grandi imprese prima di vedere la professoressa di matematica trasformarsi in una Furia per tentare di ucciderlo. Le creature della mitologia greca e gli dei dell’Olimpo, in realtà, non sono scomparsi ma si sono semplicemente trasferiti a New York, più vivi e litigiosi di prima. Tanto che l’ultimo dei loro bisticci rischia di trascinare il mondo nel caos: qualcuno ha rubato la Folgore di Zeus, e qualcuno dovrà ritrovarla entro dieci giorni. Sarà proprio Percy a dover indagare sull’innocenza di Poseidone, dio del mare e padre perduto, che l’ha generato con una donna mortale facendo di lui un semidio. Nuove gesta e antichi nemici lo aspettano, e non saranno solo lo sguardo di Medusa e i capricci degli dei ad ostacolare la ricerca della preziosa refurtiva, ma le parole dell’Oracolo e il suo oscuro verdetto: un amico tradirà, e il suo gesto potrebbe essere fatale…
  • Gli eroi dell’Olimpo: Jason si risveglia in uno scuolabus, accanto al suo migliore amico e a una bellissima ragazza. Ed è terrorizzato. C’è infatti un piccolo problema: non ricorda assolutamente nulla di sé. E quando una torma di spiriti della tempesta cerca di ucciderlo, qualcosa gli suggerisce che dovrà al più presto venire a capo del mistero.
    Piper non si spiega perché il suo ragazzo non si ricordi di lei. Da qualche giorno il mondo sembra impazzito: suo padre si è volatilizzato, incubi ricorrenti la tormentano e una ragazza di nome Annabeth dice di essere in cerca di un tale Percy Jackson, scomparso dal Campo Mezzosangue…
    Leo ha sempre avuto un’attrazione per il fuoco, e quando arriva al Campo si sente stranamente a casa. Sarà quello il motivo per cui tutti gli dicono che una parte di lui discende dagli dei?
    Nel frattempo Era è stata rapita dai giganti, che minacciano di ucciderla. C’è solo un modo per salvarla, e solo tre semidei discendenti da antiche divinità Romane potranno affrontare l’impresa.
  • The Kane chronicle: Dalla morte della madre, Carter è costretto a seguire in giro per il mondo il padre Julius, egittologo, e a vivere separato dalla sorella Sadie. Ai Kane sono concessi solo due giorni all’anno da trascorrere insieme, e durante uno di questi Julius decide di portare i figli al British Museum. Ma qualcosa va storto. Julius evoca una misteriosa figura. Un attimo dopo c’è una violenta esplosione e l’uomo scompare.
    Carter e Sadie si trovano ad affrontare una verità inattesa e sconvolgente: gli dei dell’Antico Egitto si stanno svegliando e il peggiore di tutti, Set, ha in mente uno spaventoso progetto di caos e distruzione a livello planetario. Per salvare il padre, i due fratelli cominciano un frenetico viaggio tra Londra, il Cairo, Parigi e gli Stati Uniti, un viaggio che li porterà vicini alla verità sulla loro famiglia e sui suoi legami con la Casa della Vita, una società segreta che risale al tempo dei faraoni. Sempre più increduli, sempre più coinvolti, sempre più in pericolo, scopriranno che spesso l’apparenza inganna.

 

Quindi per chi volesse cominciare a seguire le opere di questo autore consiglio di iniziare a leggere la prima saga.

Tuttavia, se mai voleste cominciare con Magnus Chase nessun problema, non ci sono troppo riferimenti agli altri libri, quindi non rischiate spoiler.

Passiamo alla storia.

Dopo aver letto libri sulla mitologia greca, devo dire che è molto piacevole apprendere qualcosa sugli dei norreni. La mitologia di Asgard purtroppo non è molto diffusa, eppure è carica di splendide storie e di dei simili ai nostri, ma allo stesso tempo molto diversi.

Tutti conosciamo bene o male Thor, Loki e Odino, ma quanti di voi conoscevano la storia della spada dell’estate o di Freya, o di Tyr?

E’ un tuffo in un nuovo mondo dove Rick Riordan ci porta per mano a conoscere le storie più famose e quelle meno.

La storia c’è e funziona e i personaggi pure. Bisogna dire che l’autore utilizza più o meno la stessa tipologia di carattere dei vari protagonisti dei suoi libri, tuttavia la cosa non mi dispiace. Ho apprezzato anche che, per una volta, il protagonista non fosse figlio di uno degli dei più importanti e che non fosse un combattente nato.

Mi è piaciuto molto che abbia introdotto personaggi non convenzionali, come la valchiria iraniana, l’elfo muto e il nano patito per la moda.

Magnus Chase è il classico protagonista alla Rick Riordan un leader nato, che sa leggere bene ogni situazione e non si fa spaventare dalla stranezze o dalle difficoltà. E’ molto legato alla madre che si è sacrificata per salvarlo ed è capace di creare profondi legami di amicizia (per la prima volta non assistiamo alla nascita di una storia d’amore).

In questa storia non c’è un solo cattivo e le forze del male sono capaci di manipolare la realtà e le persone pur di raggiungere i propri scopi.

La descrizione del Valhalla, fatta come se si trattasse di un hotel, è davvero stupenda, come anche la “modernizzazione” dei nove mondi.

Infine la scrittura di Rick Riordan è davvero uno spettacolo. Scrive con ironia e infila battute spiritose ovunque. Si vede proprio che si diverte a scrivere.

Solo per rendevi l’idea vi riporto il titolo di alcuni capitoli, so che possono sembrare spoiler, ma non vi preoccupate:

  • “Buongiorno! Tu morirai”
  • “L’uomo con il reggipetto di metallo”
  • “Sì, desidero la chiave del minibar”;
  • “Non fate mai la cacca in testa all’Arte”

Beh direi che avete capito che tipo è questo autore, Di certo non vi annoierete.

Per quanto riguarda la copertina devo ammettere che quelle che fino ad ora sono state scelte per i libri di Rick Riordan non mi hanno mai molto entusiasmato. Considerato che possono attingere al mondo mitologico, mi aspetto sempre qualche copertina epica e rimango puntualmente molto delusa. Il ragazzo in questa copertina ad esempio non si può proprio vedere…

 

Per concludere ve lo consiglio caldamente e attendo con ansia le vostre opinioni!!

Anima in penna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...