Dai libri ai film – Hunger games Il canto della rivolta 2

Ciao amici lettori,

eccomi di ritorno con la rubrica dai libri ai film.

Vi ricordate la mia classificazione dei film tratti dai libri?

1 chi già ha letto il libro rimane soddisfatto dalla fedeltà e dell’accuratezza del film;

2 chi ha letto il libro nonostante il film non sia completamente fedele rimane comunque soddisfatto;

3 chi ha letto il libro rimane deluso dal film;

4 chi non ha letto il libro viene invogliato dal film a leggerlo;

5 chi non ha letto il libro non viene invogliato dal film a leggerlo.

 

The Hunger Games il canto della rivola parte 2 rientra nel primo caso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

USCITA AL CINEMA: 19 novembre 2015

TRAMA

Con l’intera Panem in guerra totale, Katniss affronta il Presidente Snow in uno scontro finale. Accompagnata dai suoi più cari amici – inclusi Gale, Finnick e Peeta – Katniss va in missione con la squadra del Distretto 13, dove rischierà la vita per liberare i cittadini di Panem e attentare alla vita del Presidente Snow, sempre più ossessionato dal pensiero di distruggerla. Le trappole mortali, i nemici e scelte morali che aspettano Katniss la metteranno alla prova più di qualsiasi arena in cui abbia combattuto.

 

Avverto che questa recensione può contenere degli spoiler per chi non dovesse ancora aver terminato la saga.

Premetto che Hunger games è una delle mie saghe preferite. L’ho finita tutta ad un fiato e ho atteso i film con ansia.

Un piccolo encomio iniziale che voglio fare a tutti e quattro i film è il fatto che sono stati davvero fedeli ai libri. E’ una cosa che apprezzo. Da amante dei libri il fatto di vederli rappresentati sul grande schermo e poter quasi sfogliare le pagine dei libri talmente sono fedeli è una cosa che mi fa impazzire dalla felicità.

Il primo film secondo me è stato fatto un po’ al risparmio perché non sapevano ancora il successo che avrebbe riscosso, ma per gli altri non hanno badato a spese. Una piccola pecca che mi sento di sottolineare è il fatto che abbiano diviso il terzo libro in due film, perché obiettivamente la prima parte del terzo libro non meritava un film a parte, talmente era noiosa e parca di avvenimenti eclatanti. Di conseguenza il terzo film è quello che ho amato di meno.

A compensare la mancanza di adrenalina del terzo film ci ha pensato il quarto. Nell’ultimo film i momenti tranquilli si contano sulle dita di una mano, è un continuo avvicendarsi di momenti di ansia e suspance.

Non fa in tempo a risolversi un momento pericoloso e difficile che ne sussegue subito un altro, lasciando lo spettatore con il cuore in gola per tutto il tempo della visione. Persino chi, come me, conosceva già la storia non è riuscito a non farsi prendere dalla tensione.

Passiamo ora a qualche aspetto negativo.

La prima vera pecca riguarda Prim. Secondo me a questa parte è stato dato davvero poco risalto. Un fotogramma per la sua morte e due o tre fotogrammi per il dolore di Katniss. Fine.

Capisco che anche nel libro la sua morte aveva preso davvero poco spazio, ma almeno il dolore della sorella era stato più palpabile.

Nel film, dove tutto poteva essere un po’ più approfondito, viene tutto gestito in maniera troppo semplicistica.

Mi sarei aspettata una scena più commovente, sullo stile della morte di Rue. Invece niente. Davvero un peccato.

L’ultima nota negativa è il fatto che ai nuovi personaggi viene lasciato davvero pochissimo spazio. Della serie “ecco la tua nuova squadra…. Ed ecco la tua squadra morta…”. Capisco che ci fossero scene più importanti a cui dare risalto, però un minimo di caratterizzazione dei personaggi sarebbe stato apprezzata.

Diciamo che forse sarebbe stato un film davvero riuscito se a tutti i momenti adrenalinici si fossero alternati più momenti di dialogo tra i vari personaggi e non solo tra Katniss e Peeta.

Una lode speciale devo farla a come è stato reso Peeta nel film. E’ davvero ben caratterizzato, in quanto è il personaggio più profondo del libro. I suoi momenti di riflessione sono stati ben trattati, soprattutto i “vero e falso”.

Visto che Katniss è la classica anti eroina, c’era bisogno di una figura più profonda e devo dire che questa parte è stata resa al meglio.

Sono rimasta inoltre contenta di come abbiano reso bene il presidente Snow, davvero fedele. Peccato solo che non abbiano approfondito un pochino di più la parte del veleno, per spiegare anche il perché del suo stato di salute.

Infine mi è piaciuto come è stato reso il finale. Il passaggio dalle macerie della guerra alla ricostruzione di una nuova vita è stato davvero rappresentato magnificamente.

Per concludere, a parte qualche piccolissima pecca, sono stata pienamente soddisfatta dal film e dalla saga in generale.

Sono davvero felice quando dopo aver amato profondamente una saga riesco ancora a provare le emozioni della sua lettura nella visione cinematografica dei suoi film.

E a voi è piaciuto? Fatemi sapere le vostre impressioni!

Anima in penna

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...