Stay e Away il nostro amore fuori dal tempo

Ciao a tutti,

ultima recensione di questa carrellata post vacanze. Questa volta vi parlo di due libri insieme visto che li ho letti uno dopo l’altro :), si tratta di:

 

Titolo: Stay

Autore: Tamara Ireland Stone

Data di pubblicazione: 5 febbraio 2013

Genere: Paranormal

Voto relativo al libro di anima in penna: 7

Voto relativo alla copertina di anima in penna: 8

TramaAnna e Bennett non avrebbero mai potuto incontrarsi: lei vive nel 1995 a Chicago, lui nel 2012 a San Francisco. Ma Bennett si ritrova nel 1995 perché può viaggiare nel tempo, pur con il divieto di cambiare il corso degli eventi, per cercare sua sorella che si è perduta in una dimensione temporale sbagliata. Ma se un battito di farfalla può provocare un uragano all’altro capo del mondo, cosa potrà provocare un sentimento potente come l’amore che nasce con diciassette anni di anticipo? Anna e Bennett si perdono e si ritrovano incrociando i loro destini paralleli, ma dovranno trovare il modo di fermare la corsa dell’orologio che ticchetta nelle loro esistenze. Quanto sono pronti a perdere? Quali conseguenze saranno disposti a sopportare alterando gli eventi che li circondano?

 

Titolo: Away

Autore: Tamara Ireland Stone

Data di pubblicazione: 3 giugno 2014

Genere: Paranormal

Voto relativo al libro di anima in penna: 8

Voto relativo alla copertina di anima in penna: 8

Trama: San Francisco 2012: Bennett Cooper ha diciassette anni e un destino tanto meraviglioso quanto crudele: può viaggiare nel tempo. Il suo unico desiderio è di poter amare la sua fidanzata, Anna Greene, conosciuta a Evanston nel 1995. Ma i due riescono a incontrarsi solo una volta al mese, forzando, all’insaputa dei genitori, il fragile margine della quarta dimensione. Andare e venire fra passato e presente non è, però, privo di effetti collaterali e la vita di Bennett pare dipanarsi in due luoghi e in nessun luogo: infatti, lui non si sente al suo posto né ad Evanston nel 1995, né a San Francisco nel 2012. E, a complicare gli eventi, un misterioso sconosciuto compare nella vita di Anna…

Sicuramente questa volta ci siamo imbattuti in una storia d’amore fuori dal comune e fuori dal tempo.

Come possono due sedicenni di due “epoche” diverse incontrarsi e innamorarsi?

Bennet sedicenne del 2012 ha dei poteri: può spostarsi nello spazio e nel tempo a suo piacimento. E’ costretto a rimanere nel 1995 per rimediare a un errore e qui incontra Anna.

Anna ha sedici anni nel 1995. E’ una ragazza qualunque con uno sfrenato desiderio di viaggiare.

Il loro amore sboccia spontaneo e puro in un ambiente ostile, ma le difficoltà che devono affrontare nel primo libro sono minime rispetto a quelle del secondo.

Nel primo libro dobbiamo conoscere Bennet, i suoi poteri e i motivi delle sue azioni. E’ lento e poco approfondito, ma leggendo il secondo si vede che l’autrice ha una buona visione di insieme.

Tutto viene seguito attraverso gli occhi di Anna e sembra relativamente facile lasciarsi andare a questo amore impossibile, ma è solo leggendo il secondo libro che si percepiscono le emozioni più concrete relative a questo rapporto.

In away siamo nei panni di Bennet e finalmente si capiscono meglio determinate situazioni e stati d’animo.

Si può dire che il primo libro serva solo da introduzione al secondo che è la vera perla di questa serie.

In quest’ultimo Bennet di troverà a dover gestire due vite e far fronte al desiderio che il suo dono serva a un fine più alto, ma con un costo altissimo.

Il loro rapporto ha le difficoltà di un rapporto a distanza, ma al quadrato.

Il dubbio se possano realmente stare insieme ci assilla fino alla fine. Reggerà Anna a vederlo solo una volta ogni tanto? I viaggi nel tempo proveranno il fisico di Bennet?

Il finale non è per niente banale e le dinamiche sono realistiche e ben gestite. Il primo libro non riesce a coinvolgerti, ma il secondo compensa ampiamente le lacune del primo.

Dilemmi di tutti i giorni e di morale si intrecciano magicamente.

Infine le copertine. Sono molto carine entrambe e rendono bene l’idea di un amore intenso e sospeso. I colori sono usati stupendamente e trasmettono le giuste sensazioni che vengono espresse nel libro.

Per una volta sono contenta che non siano state utilizzate le copertine originali in quanto non sono neanche all’altezza di queste due.

Nel complesso è una buona mini-serie. Vi consiglio di leggerli e di farmi sapere le vostre opinioni.

Anima in penna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...