Mystic city

Buona sera lettori,

come promesso ecco subito un’altra recensione. Questa volta cambiamo genere e passiamo al distopico. Vi avevo già anticipato che questo libro mi incuriosiva quindi appena è uscito mi sono fiondata.

Sto parlando di:

Titolo: Mystic City

Autore: Theo Lawrence

Data di pubblicazione: 17 giugno 2014

Genere: distopico

Voto relativo al libro di anima in penna: 7,5

Voto relativo alla copertina di anima in penna: 9

Trama: Manhattan è stata sommersa dall’acqua. In una New York del futuro, vittima del riscaldamento globale, i quartieri sono rigidamente divisi: la zona più elevata è abitata dai ricchi, mentre la classe inferiore è costretta a vivere nello squallore delle Profondità, ai livelli più bassi. I capi corrotti della città ricca sopravvivono grazie all’energia generata dai mistici, rappresentanti della classe inferiore dotati di capacità magiche. Come nella tragedia di Shakespeare, accade l’impensabile: Aria, figlia di un ricco criminale, si innamora di Hunter, un mistico ribelle e rivoluzionario, determinato a cambiare il destino del suo popolo. Un amore proibito tra due famiglie nemiche è destinato a portare lutti e dolore, ma anche a cambiare per sempre la vita di Aria e del suo mondo.

Partiamo dall’idea: geniale. Un futuro alternativo con la magia, ma una magia incatenata, schiavizzata. Menzogne, intrighi e amori. Tutti gli ingredienti per un ottimo libro.

Purtroppo anche se le basi sono buone il risultato finale è mediocre. L’idea è stata resa un po’ male e in modo molto approssimativo.

I personaggi sono tutti abbastanza piatti, bidimensionali, poco approfonditi.

Aria: ha perso la memoria e si ritrova in un presente di cui non ricorda niente. Deve far fronte al classico dilemma adolescenziale: accontentare la famiglia o seguire il proprio cuore. Purtroppo l’introspezione è poco dettagliata, lei sembra accettare tutto quello che le succede senza farsi troppe domande.

Hunter è il classico eroe misterioso che corre in aiuto della donzella in pericolo, ma che non è in grado di dire la verità alla donna amata.

Forse il libro poteva funzionare meglio se non si sapesse fin dall’inizio che i ricordi di Aria non sono autentici e scoprire insieme a lei la verità nascosta. Forse sarebbe stato più avvincente.

Invece ci ritroviamo ad avere più informazioni dell’eroina che seguiamo. Gli intrighi del potere sono ben realizzati e l’idea di fare un Romeo e Giulietta moderni con tre famiglie coinvolte è intrigante. Anche l’azione non manca. Forse sono stati utilizzati eccessivamente i personaggi che sembrano buoni e invece sono cattivi e quelli che sembrano cattivi ma in realtà sono buoni.

Essendo una duologia, la storia non si è conclusa, ma dovrà essere rivista completamente visto il grandioso finale di questo libro. Se l’autore decidesse di migliorare queste lacune forse potremmo ottenere una buona mini serie!

In ultimo la copertina. A dir poco splendida. Ha tutti gli elementi che mi attirano in una copertina: un buon utilizzo dei colori, c’è una parte oscura, ma una parte che trasmette speranza. I capelli sembrano diventare dei corvi e lo sfondo ricorda una paesaggio futuristico e piovoso. Insomma stupenda.

Quindi vi consiglio di leggere questo libro e di dargli una possibilità nella speranza di un miglioramento nel prossimo volume.

Leggetelo e fatemi sapere le vostre impressioni.

Anima in penna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...